menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tajarille e fasciule: la ricetta di un tipico piatto sostanzioso della tradizione contadina

In italiano tagliolini e fagioli

Si chiamano tajarille, in italiano tagliolini, e insieme ai fagioli sono uno dei piatti tipici della provincia di Pescara e dell’Abruzzo intero. Impastati con farina di semola, acqua e sale, a seconda dei gusti insaporiti con le cotiche di maiale, i tajarille e fasciule bastano a ricreare il profumo di casa. 

Ricetta

Di seguito vediamo la ricetta per preparare questo tipico piatto della tradizione abruzzese per 4/5 persone.

Ingredienti 

Per la pasta:

  • 500 grammi di farina
  • acqua 
  • sale q.b.

Per il sugo:

  • 300 grammi di fagioli
  • un pezzetto di cipolla
  • 500 grammi di pomodori maturi
  • una carota
  • due cuori di sedano
  • olio evo
  • peperoncino piccante
  • sale 

Preparazione

Prima si impastano i tagliolini, facendo la classica fontana di farina e aggiungendo man mano l’acqua fino a realizzare un impasto duro. Poi, con un matterello, si fanno sfoglie circolari da infarinare per bene; dopodiché si taglia la sfoglia, facendo i classici “tajarille”, ossia listelli di pasta, lunghi 4 o 5 centimetri e larghi meno di 1. 

Si fanno bollire sedano e carota e, a parte, i fagioli, poi si uniscono, lasciando soffriggere a parte la cipolla e i pomodori, con sale e peperoncino a seconda dei gusti. Il sugo va fatto cuocere a fuoco basso per circa un quarto d’ora, poi si unisce ai fagioli. 

La pasta deve essere servita al dente e scolata, ma non troppo, per creare l’effetto brodoso che rende il piatto più ricco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse in Abruzzo, chi entra e chi esce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento