rotate-mobile
social

Un abruzzese in Nba: arriva Simone Fontecchio da Pescara, per lui un contratto biennale

Il giocatore pescarese giocherà per gli Utah Jazz, la squadra con la quale ha firmato un contratto biennale per 6.225 milioni di dollari complessivi

Simone Fontecchio, di Pescara, è il primo abruzzese ad approdare in Nba.

Il giocatore pescarese giocherà per gli Utah Jazz, la squadra con la quale ha firmato un contratto biennale per 6.25 milioni di dollari complessivi.

Si trasferirà a Salt Lake City e qui inizierà una nuova importante avventura in quella che è considerata la competizione più importante al mondo, per quanto riguarda il basket.

Simone Fontecchio è un grande atleta e per un italiano giocare in Nba è un traguardo importantissimo, un sogno che si avvera frutto di grandi sacrifici e forza d’animo.

Ma Fontecchio è anche figlio d’arte. I genitori sono entrambi due stelle dello sport ma non solo. La mamma, Malì Pomilio è stata due volte campionessa italiana nel basket femminile. Il padre, Daniele Fontecchio, è stato ostacolista e vicecampione europeo nonché campione italiano per 10 volte.

E, ancora, il nonno Vittorio Pomilio ha giocato nella nazionale italiana di pallacanestro, mentre lo zio, Amedeo Pomilio, è stato una star della pallanuoto.

Simone Fontecchio, classe 1995, oltre 2 metri di altezza, diventa il terzo italiano in Nba che il prossimo anno giocherà il massimo campionato insieme a Danilo Gallinari e Paolo Banchero. Il giocatore lo scorso anno aveva già attirato molte attenzioni durante le Olimpiadi di Tokyo e per questo aveva rifiutato diverse offerte e ingaggi, non altezza delle sue prestazioni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un abruzzese in Nba: arriva Simone Fontecchio da Pescara, per lui un contratto biennale

IlPescara è in caricamento