Segnalazioni

Potenziamento della linea ferroviaria Pescara-Roma, tarda l'avvio dei lavori di adeguamento

A riportare d'attualità la vicenda è l'avvocato Aurelio Cambise

Quando saranno avviati i lavori di velocizzazione della ferrovia Pescara-Sulmona-Avezzano-Roma dopo i numerosi annunci che si sono succeduti negli ultimi anni?
A chiederselo è l'avvocato Aurelio Cambise che in una nota si pone e pone alcuni quesiti riguardo all'importante opera pubblica annunciata da ben 3 governi differenti.

"Non è detto che i lavori di adeguamento della ferrovia debbano iniziare dalla sera alla mattina", scrive Cambise, "ma occorre ridurre i tempi biblici della burocrazia. Nel 2017 l’ex giunta regionale D’Alfonso, con l’allora ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, di concerto con i vertici del ministero e della holding ferroviaria, stanziò 1.556 milioni di euro nel contratto di programma Mit – Rfi per il miglioramento della tratta Pescara-Roma. Non dimentichiamoci che l’ex presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, durante la conferenza stampa tenutasi il 3 giugno 2020 a Palazzo Chigi, citò espressamente detta tratta ferroviaria e la inserì tra le opere infrastrutturali strategiche da potenziare. Un importante effetto atteso del Pnrr è l’aumento del benessere e la riduzione delle disuguaglianze, con particolare riferimento alle aree interne. Se l’Unione Europea dà le risorse per realizzare opere infrastrutturali importanti, come la Pescara – Sulmona – Avezzano – Roma, non bisogna indugiare a utilizzarle. Come si rilancia l’economia e la vita dei cittadini? Occorre affrontare subito, dando incarico alla Italferr, il problema delle tratte ferroviarie Pescara – Sulmona e Avezzano – Guidonia (Sul versante laziale è stato già in parte realizzato il raddoppio tra Lunghezza e Guidonia) e successivamente quella di Avezzano – Sulmona, realizzando una lunga galleria tra Celano e Bugnara; mentre la vecchia linea in questione, potrebbe continuare a funzionare soltanto per i treni regionali, che devono servire i paesi attraversati. Si tratterebbe di lasciare una deviazione dal percorso di alta capacità. Chiedo alla senatrice Gabriella Di Girolamo, al senatore Primo Di Nicola, al senatore Luciano D’Alfonso, al segretario del Pd regionale, Michele Fina, al segretario del Pd provinciale, Francesco Piacente, all’onorevole Stefania Pezzopane, all’onorevole Camillo D’Alessandro, all’amministrazione Di Pangrazio, alla sindaca di Sulmona, Annamaria Casini, ai sindaci marsicani e al Commissario Vincenzo Macello, di continuare a vigilare ed a studiare il problema nel suo complesso. Mi auguro che, per l’attuale giunta regionale Marsilio, la tratta ferroviaria Pescara – Roma sia ancora prioritaria. Lo stesso Macello, ha dichiarato giustamente che l'obiettivo finale è quello di collegare Pescara-Roma in due ore, ma, per far questo, occorre arrivare al raddoppio e alla velocizzazione dell'intera linea". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Potenziamento della linea ferroviaria Pescara-Roma, tarda l'avvio dei lavori di adeguamento

IlPescara è in caricamento