menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
@labruzzesefuorisede Via Instagram

@labruzzesefuorisede Via Instagram

Sapori d’Abruzzo: Pipindun e Ove, un piatto contadino buonissimo

Anche chi è alle prime armi, chi arriva da fuori e li assaggia e chiunque abbia voglia di sperimentare questa ricetta, in un qualche modo riesce nell’impresa culinaria

Sono due gli ingredienti di uno dei piatti più tipici della nostra regione: peperoni e uova. O, per dirla in dialetto, pipindun e ove.

Anche chi è alle prime armi, chi arriva da fuori e li assaggia e chiunque abbia voglia di sperimentare questa ricetta, in un qualche modo riesce nell’impresa culinaria. Ma conosciamo meglio questo piatto prima di rivelarne i segreti.

Pipindun e ove è una pietanza, tipica delle sagre, che arriva da Collecorvino, paese nella provincia di Pescara. Piatto unico, piatto estivo e, ciò che ci importa di più, piatto buonissimo e semplicissimo.

È coloratissimo e molto profumato: proprio per questo motivo, anche chi non l’ha mai assaggiato, non perde occasione di provarlo e di lodarne i sapori.

Come è facile immaginare, vista i pochissimi ingredienti, per di più di origine povera, pipindun e ove è un piatto della tradizione contadina, pensato per la pausa di lavoro nei campi. 

È un must sulle tavole degli abruzzesi e, ancor di più, per gite fuori porta e pic-nic.

Ricetta pipindun e ove

Per preparare pipindun e ove occorrono: 800 grammi, 3 o 4 uova, olio extravergine di oliva, sale e pepe.

Il procedimento potete leggerlo qui (clicca).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento