rotate-mobile
social

Corvara, una perla medievale da scoprire

Divenne Castello noto come “La Corvara” nel 985

Fa parte del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e si trova su uno sperone roccioso ai piedi del monte Aquileio. È Corvara, un borgo medievale dove si respira la storia del passato. È quasi disabitato, poco più di 200 abitanti, e pochissimi quelli che vivono nella parte più antica del paesino, che si raggiunge attraverso una scalinata, rigorosamente a piedi.

Caratteristica del borgo medievale di Corvara, anticamente Curtis, sono le case-mura, autentiche fortificazioni, e le pagliare, case di pietra usate come stalle. Da ammirare la piccola torre circolare e il campanile della chiesa. Ricordiamo che Corvara, che è stata fondata all’incirca nell’XI secolo, divenne Castello noto come “La Corvara” nel 985. Il suo prestigio fu però ridimensionato nel 1933, quando fu colpita dal terremoto della Majella. I danni furono tali che resero il borgo difficilmente raggiungibile, quindi abbandonato a se stesso. Ecco perché il municipio è stato costruito più a valle e i pochi residenti abitano lì.

Recentemente Corvara è stata protagonista, con il nome di Acitrullo, del film di Maccio Capatonda “Omicidio all’italiana”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corvara, una perla medievale da scoprire

IlPescara è in caricamento