rotate-mobile
social

Cicerchiata abruzzese, il dolce delle feste

Pochi ingredienti per il massimo del gusto

Pochi ingredienti e tanta bontà per imbandire le tavole quando si arriva al dessert. È la cicerchiata abruzzese, uno dei dolci più popolari e facili da preparare, che riempie le pance e colora il menu della tradizione.

Cos’è? Nient’altro che una serie di piccole palline di farina, uova, olio e zucchero, che somigliano tantissimo ai famosi struffoli napoletani, ma di dimensioni ridotte. Fritte nell’olio bollente, saranno poi unite grazie al miele. La decorazione classica è con scaglie di mandorle, ma è anche possibile decorare la cicerchiata con confettini colorati.

Ricetta cicerchiata

Ingredienti

  • Farina 00 240 g
  • Zucchero 50 g
  • Uova 2
  • Un’arancia non trattata
  • Mandorle sgusciate 15 g
  • Liquore 15 g  
  • Miele 250 g
  • Olio di semi q.b.

Procedimento

In una ciotola mescolare uova e zucchero.

Unire olio, liquore e buccia di un’arancia grattugiata.

Aggiungere in seguito la farina e continuare a impastare. Ottenere un panetto liscio, coprire con un panno e farlo riposare circa 30 minuti.

Tagliare il panetto in piccoli pezzi, ricavando dei cordoni, da tagliare a sua volta ottenendo delle piccole sfere di 1-2 centimetri.

Friggere le palline in olio caldo fino a doratura.

Intanto mettere a scaldare il miele.

Passare le palline e le mandorle nel miele caldo e posizionare in un piatto da portata modellando la forma a corona (cerchio).

Decorare con mandorle e confettini colorati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cicerchiata abruzzese, il dolce delle feste

IlPescara è in caricamento