menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ora legale 2021: lancette avanti di un’ora tra il 27 e il 28 marzo

Alle 2 sposteremo le lancette avanti di un’ora

Tra sabato 27 marzo e domenica 28 tornerà l’ora legale 2021. Alle 2 sposteremo le lancette avanti di un’ora e i dispositivi digitali si aggiorneranno automaticamente. Cosa cambierà? Avremo un’ora di luce naturale in più ma dormiremo un’ora in meno.

Bisogna quindi farsi trovare preparati per evitare spossatezza e stanchezza mattutina.

Perché l'Italia non adotta un unico orario?

La preparazione è fondamentale perché l’Italia ha deciso di non aderire alla soppressione dell’ora legale/solare, al contrario di altri Paesi europei, come la Francia.

Il governo italiano ha infatti deciso che adottare un unico orario – l’ora legale – non sarebbe stato utile:

  • non ci sono prove scientifiche che dimostrino danni psico-fisici;
  • senza ora legale non si potrebbe beneficiare di un’ora di luce in più, quindi di un risparmio sulla bolletta elettrica;
  • si potrebbero creare confusione tra i vari fusi dei Paesi comunitari.

Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, fa sapere: “Nei 7 mesi di ora legale l’Italia ha risparmiato complessivamente 400 milioni di kilowattora di elettricità, pari al consumo medio annuo di circa 150 mila famiglie, con un beneficio economico per il sistema di 66 milioni di euro. Impatti positivi anche in termini di sostenibilità ambientale, con 205 mila tonnellate in meno di CO2 immesse in atmosfera”.

Il minor consumo di elettricità legato all’ora legale, dal 2004 al 2020, è valso ai cittadini un risparmio di 1 miliardo e 720 milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento