Ospedale di Pescara, percorso diagnostico terapeutico per il tumore ai polmoni

L'erogazione della prestazione avverrà entro circa 5 giorni. Dal momento della presa in carico, il paziente entrerà nel percorso del Gruppo Interdisciplinare di Cure Oncologiche e sarà seguito per gli approfondimenti diagnostici e le cure del caso

È attivo nell'ospedale di Pescara, il "Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale del tumore polmonare", in linea con il Documento Tecnico "Rete oncologica polmonare - Pdta del tumore del polmone", approvato dalla Regione Abruzzo.

Il percorso è garanzia di un corretto procedimento diagnostico-terapeutico-assistenziale, che passa attraverso l'applicazione delle Linee-Guida più aggiornate, permettendo un accesso facilitato al paziente. Informazioni: 335/5363447.

Un paziente con un sospetto diagnostico di tumore polmonare può accedere all'Ambulatorio di Patologia Polmonare Oncologica, situato nell'Unità Operativa Complessa (Uoc) di Chirurgia Toracica dell'Ospedale Civile "Spirito Santo" di Pescara, al 3° piano - Ala Est, con un'impegnativa del medico di medicina generale/specialista con dicitura: "Prima visita Chirurgia Toracica per sospetta patologia polmonare oncologica" con Classe di Priorità Breve (B).

L'erogazione della prestazione avverrà entro circa 5 giorni. Dal momento della presa in carico, il paziente entrerà ufficialmente nel percorso del Gruppo Interdisciplinare di Cure Oncologiche (Gico) e sarà seguito per gli approfondimenti diagnostici e le cure del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, allerta a Pescara: quarantena per alcune persone che hanno avuto contatti con pazienti infetti

  • Incidente mortale a Moscufo, identificate le quattro vittime

  • Schianto mortale nella notte, deceduti quattro uomini a Moscufo [FOTO]

  • Coronavirus, un paziente risulta positivo al test: primo caso in Abruzzo

  • Esce di strada e si ribalta, incidente mortale a Cepagatti [FOTO]

  • Coronavirus, l'ordinanza: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

Torna su
IlPescara è in caricamento