Martedì, 21 Settembre 2021
IlPescara

Posto di blocco forzato, rintracciati e arrestati dalla Polizia

Dopo aver forzato un posto di blocco con la propria auto, un 31enne di Città Sant'Angelo, Gildo Spinelli, e un 39enne di Pescara, Giuseppe di Rocco, sono stati rintracciati e arrestati

Diverse operazioni hanno impegnato nel week end appena trascorso gli agenti di Polizia di Pescara. Un 31enne di Città Sant'Angelo, Gildo Spinelli, e un 39enne di Pescara, Giuseppe di Rocco, dopo aver forzato un posto di blocco del  personale del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo, sono stati rintracciati in via Tiburtina. I due, in evidente stato d'ebbrezza, dopo aver minacciato e spintonato il personale di polizia, sono stati arrestati, e associati presso la Casa Circondariale di Pescara, per resistenza a pubblico ufficiale. Uno dei due malviventi, Gildo Spinelli, inoltre, è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria anche per guida senza patente, mai conseguita, e guida in stato di ebbrezza alcolica. 

Il personale della squadra Volante, inoltre, sempre nella giornata di sabato, ha segnalato in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria un cittadino marocchino di 26 anni per resistenza, lesioni a Pubblico Ufficiale, rifiuto di fornire le proprie generalità, nonché inottemperante al decreto di espulsione emesso dal Questore di L’Aquila. 

La squadra Volante è stata impegnata anche da diverse segnalazioni per alcuni furti in via Pepe e sulla Strada Parco. I derubati sono stati avvicnati da  individui che, a bordo di ciclomotori, con mossa fulminea, sono riusciti ad impossessarsi velocemente delle borse contenenti documenti personali, chiavi, telefoni cellulari e soldi contanti.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posto di blocco forzato, rintracciati e arrestati dalla Polizia

IlPescara è in caricamento