Zona rossa, Marsilio: "Le attività chiuse riceveranno i ristori previsti dalla legge"

La conferenza delle regioni ha accolto e fatto propria la sollecitazione a chiedere nuovamente al governo di estendere il diritto ai ristori anche agli esercizi commerciali colpiti da restrizioni adottate in virtù di ordinanze regionali

Marco Marsilio

In merito alla zona rossa, che scatta da domani in Abruzzo, il governatore Marsilio fa sapere che "le attività chiuse riceveranno i ristori previsti dalla legge".

La conferenza delle regioni ha accolto e fatto propria la sollecitazione a chiedere nuovamente al governo di estendere il diritto ai ristori anche agli esercizi commerciali colpiti da restrizioni adottate in virtù di ordinanze regionali, senza alcuna differenza di trattamento.

Le attività che dal 18 novembre chiuderanno dovranno semplicemente attendere che venerdì (o al più tardi sabato) il ministro Speranza ratifichi, con propria ordinanza, la classificazione come “zona rossa”, e automaticamente rientreranno nel novero delle attività aventi diritto al ristoro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

Torna su
IlPescara è in caricamento