rotate-mobile
Politica

L'annuncio del presidente della Provincia Zaffiri: "Quindici milioni di euro di lavori in sette istituti superiori del Pescarese"

Il presidente Antonio Zaffiri ha presentato questa mattina il dettaglio degli interventi che saranno eseguiti grazie ai fondi del Governo per il cratere sismico

Quasi 15 milioni di euro di fondi del Governo, destinati al cratere sismico, che in provincia di Pescara saranno utilizzati per lavori in sette istituti superiori. Lo ha annunciato il presidente della provincia Antonio Zaffiri illustrando il dettaglio degli interventi, assieme al consigliere provinciale Davide Berardinucci e al dirigente Luigi Urbani. Zaffiri ha ringraziato il commissario Legnini per il lavoro svolto e le opere finanziate per il cratere 2016, dando un'accelerazione sulle pratiche oltre al ringraziamento al presidente della Regione Marco Marsilio e al presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri per il pressing e per aver sauto spacchettare i fondi per dei progetti già pronti.

"Per gli istituti scolastici della provincia di Pescara il finanziamento complessivo ammonta a 14milioni 932mila 863 euro per lavori in sette scuole, ovvero, nello specifico: 2milioni 668mila 975 euro per l’adeguamento sismico della scuola ‘Pietro Cuppari’ di Alanno; 1milione 840mila 102 euro per l’adeguamento sismico dell’istituto professionale Agrario di Cepagatti; 2milioni 188mila 87 euro per l’adeguamento sismico del liceo scientifico ‘Amedeo di Savoia’ di Popoli; 5milioni 755mila 200 euro per l’adeguamento sismico dell’istituto tecnico di Torre de’ Passeri, l’intervento più grande; 917mila 415 euro per l’adeguamento sismico della palestra di Popoli; 817mila 237 euro
per l’adeguamento sismico della palestra dell’istituto tecnico Agrario ‘Cuppari’ di Alanno; e infine 725mila 847 euro per l’adeguamento sismico dell’auditorium ‘Corradino D’Ascanio’ di
Popoli.

Si tratta di fondi importanti perché interesseranno scuole che si trovano in zone sismiche più incisive rispetto a Pescara, specie se ripensiamo alle conseguenze del sisma del 2016 in territori come Popoli, Alanno o Torre de Passeri, e fra l’altro sono di assoluta rilevanza anche per impedire lo spopolamento delle zone interne e permettere a molti ragazzi di studiare e di formarsi nel proprio territorio, vicino casa."

Ad un ottavo istituto sono stati assegnati 1,396 milioni di euro per il secondo lotto di lavori di demolizione e ricostruzione dell'istituto comprensivo "Mario Giardini" di Penne in via Caselli, con ente beneficiario diretto il Comune. Entro fine 2021 saranno sottoscritte le convenzioni per l'erogazione dei fondi e partire con tutto l'iter burocratico degli appalti, ed aprire i cantieri entro fine 2022.

"Consideriamo che tra le scuole finanziate, la situazione più critica è quella della scuola di Torre de Passeri che comunque a breve sarà chiusa, e abbiamo già trovato una sistemazione alternativa agli studenti, soluzione
messa a disposizione dal Comune, perché l’attuale struttura ha un elevato indice di vulnerabilità sismica quindi non è più funzionale a ospitare i ragazzi, così come dovrà essere delocalizzata anche la caserma dei carabinieri forestali la cui sede oggi si trova nello stesso complesso scolastico. Tutti gli altri Istituti sono pienamente operativi anche se si trovano in una zona sismica di seconda categoria”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio del presidente della Provincia Zaffiri: "Quindici milioni di euro di lavori in sette istituti superiori del Pescarese"

IlPescara è in caricamento