rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Voto di scambio in Abruzzo, Vacca (M5S) pubblica su Facebook il "prezzario"

Fa discutere il post pubblicato su Facebook dal deputato Gianluca Vacca del M5S, riguardante i presunti voti di scambio in Abruzzo, con addirittura un ipotetico prezzario delle preferenze

Fa discutere il post pubblicato su Facebook dal deputato pescarese del Movimento 5 Stelle Gianluca Vacca, riguardante i presunti voti di scambio in Abruzzo, con l'immagine di un ipotetico "prezzario delle preferenze".

Il post prende spunto dal caso del consigliere comunale, rieletto nel centrosinistra, che prima delle elezioni (come riportato da alcuni quotidiani locali e in base a dichiarazioni di alcuni politici) avrebbe promesso centinaia di posti di lavoro in enti pubblici o società partecipate. Il M5S era già intevenuto sulla vicenda, presentanto un esposto.

"La verità è solo una: COSI' FAN TUTTI, in forme e modi diversi, ma il sistema partitico nella sua totalità si regge sul voto di scambio e sul clientelismo.

E così sarà nei prossimi anni, considerando l'esito delle recenti elezioni.

D'Alfonsini (alias Alessandrini), perché non favelli? Il tuo silenzio e la tua inerzia sono troppo assordanti. E ricordati che anche se i posti non ci sono, come tu hai affermato, il voto di scambio si confidura anche soltanto con la promessa di un posto di lavoro. Lo dovresti sapere, avvocato. O fai finta di non saperlo?

Se vuoi informarti sull'argomento, e vuoi chiedere a qualcuno esperto, hai solo l'imbarazzo della scelta."scrive Vacca.

"Il quadro che si sta delineando e' drammatico, ma e' anche la dimostrazione di quanto, piu' o meno, fanno un po' tutti", dice il parlamentare, ricordando, tra l'altro, la vicenda dei curriculum vitae che "Chiodi chiedeva durante la campagna elettorale del 2008". Secondo Vacca anche nei prossimi anni "sara' cosi', considerando l'esito delle recenti elezioni".

Le critiche del deputato sono rivolte anche al nuovo sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, che Vacca chiama ironicamente "D'Alfonsini", il cui "silenzio" e la cui "inerzia" sono "troppo assordanti. Ricordati - conclude il parlamentare rivolgendosi al primo cittadino - che anche se i posti non ci sono, come tu hai affermato, il voto di scambio si configura anche soltanto con la promessa di un posto di lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voto di scambio in Abruzzo, Vacca (M5S) pubblica su Facebook il "prezzario"

IlPescara è in caricamento