Politica

Caso Comando polizia municipale, il centrosinistra: "Gravissimo il comportamento del consigliere Foschi"

Foschi denunciava anche come fosse totalmente sguarnita anche l'armeria del Comando con tutti i pericoli che ne potrebbero derivare se qualche malintenzionato entrasse

È diventato un vero e proprio caso, non solo politico, il video girato dal consigliere comunale della Lega, Armando Foschi, che mostrava come si potesse entrare senza alcun tipo di controllo nel Comando di via del Circuito della polizia municipale di Pescara.
Foschi denunciava anche come fosse totalmente sguarnita anche l'armeria del Comando con tutti i pericoli che ne potrebbero derivare se qualche malintenzionato entrasse.

Ieri il comandante della polizia municipale, Carlo Maggitti, ha mostrato un contro video nel quale si vede il consigliere Foschi che viene accolto all'ingresso da due vigili urbani smentendo di fatto la tesi in base alla quale il Comando fosse senza controllo.

Oggi invece arriva il duro attacco dell'opposizione di centrosinistra che non esita a definire «gravissimo il comportamento del consigliere Foschi» e chiede al sindaco Carlo Masci di prendere le distanze dall'accaduto.

Questo quanto si legge in una nota dei consiglieri dell'opposizione di centrosinistra:

«La video denuncia del consigliere della Lega Armando Foschi, all’interno del comando della polizia municipale di Pescara si è rivelata un buco nell’acqua. Il blitz di Foschi a quanto pare, non è risultato altro che un tentativo di sciacallaggio, che non fa bene a nessuno, soprattutto allo stesso consigliere, sbugiardato dai video delle telecamere del comando di via del Circuito. Non possiamo non esprimere solidarietà a tutto il corpo della polizia municipale, vittima di un’operazione creata ad arte dal consigliere leghista, con l’intento di creare un finto scoop, ma che invece si è trasformato in un boomerang. Riteniamo gravissimo che un consigliere comunale si impegni a mistificare la realtà e a mettere alla gogna l’intero corpo della polizia municipale e il suo lavoro. Le dichiarazioni del comandante Maggitti, chiariscono e fanno luce sulle accuse lanciate da Foschi. Perché si è voluto danneggiare l’immagine del corpo della polizia municipale? In attesa della commissione “controllo e garanzia”, è d’obbligo chiedere al sindaco Carlo Masci e all’assessore Adelchi Sulpizio di prendere pubblicamente le distanze da questo triste episodio».

Proprio per oggi a ora di pranzo il presidente della Commissione consiliare "Controllo e Garanzia" ha convocato una seduta con visita al Comando della polizia municipale per cercare di fare chiarezza su tutta la vicenda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Comando polizia municipale, il centrosinistra: "Gravissimo il comportamento del consigliere Foschi"
IlPescara è in caricamento