rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica

Viale Marconi, il centrosinistra: "Niente stop al cantiere-caos, respinto anche il confronto con residenti e commercianti"

Ma il Pd non demorde: "Chiederemo la convocazione di una seduta straordinaria del consiglio comunale aperta alla partecipazione dei cittadini"

La maggioranza, con voto compatto, ha bocciato oggi l'ordine del giorno presentato dal centrosinistra (Pd, Lista Sclocco Sindaco e Città Aperta) e votato da tutte le minoranze, in cui si chiedeva "lo stop al cantiere-caos di viale Marconi e l'apertura di un tavolo operativo con residenti, commercianti e associazioni che stanno continuamente manifestando la loro contrarietà fra l'altro alle quattro corsie, all'assottigliamento dei marciapiedi e all'abolizione dei tratti di pista ciclabile", denunciano i Dem in una nota.

E proprio i consiglieri GiampietroCatalanoPagnanelli Presutti, che nei giorni scorsi hanno incontrato il comitato 'Salviamo viale Marconi', parlano di "un voto che dimostra innanzitutto che anche le aperture di alcuni pezzi di maggioranza erano una finzione, perché è stato persino respinto il confronto con i portatori di interesse che chiedono di essere coinvolti in modifiche così radicali. Una revisione progettuale voluta da questa amministrazione e che ha visto una serie imbarazzante di modifiche in corso d'opera sulla cui legittimità ci sono molti dubbi".

Tuttavia "alla prova dei fatti - concludono - tutto il centrodestra, senza alcuna esclusione, si è ricompattato nella difesa d'ufficio della trasformazione di viale Marconi in una tangenziale ipertrafficata contro la quale continueremo a opporci: chiederemo la convocazione di una seduta straordinaria del consiglio comunale aperta alla partecipazione dei cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Marconi, il centrosinistra: "Niente stop al cantiere-caos, respinto anche il confronto con residenti e commercianti"

IlPescara è in caricamento