Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

L'ex casa del custode del campo sportivo in via San Marco diventa una postazione h24 del 118

Lo ha fatto sapere l'assessore comunale Martelli, aggiungendo che la richiesta era arrivata dalla Asl e il Comune ha ceduto l'immobile dove sono stati eseguiti lavori per 84 mila euro

Importante novità per i quartieri San Donato e Fontanelle dove nell'ex casa del custode del campo sportivo in via San Marco, apre i battenti una postazione del 118 aperta h24. Lo ha fatto sapere l'assessore Martelli, aggiungendo che la richiesta era arrivata dalla Asl con l'amministrazione comunale che ha reso disponibile l'immobile, sottoposto a lavori per 84 mila euro pagati dalla stessa azienda sanitaria. Oggi la giunta comunale ha approvato la delibera di concessione dello stabile alla Asl, un'iniziativa che l'assessore ha definito storica per la città e soprattutto per i due importanti quartieri di periferia, dove esistono impianti sportivi, strutture per l’intrattenimento, parchi, scuole e centinaia di abitazioni, con una sede fissa direttamente sul posto

"L’iter di tale iniziativa è iniziato il 16 dicembre 2020, quando dalla Asl abbiamo ricevuto una richiesta
specifica circa la possibilità, da parte del Comune, di concedere all’Azienda sanitaria la disponibilità di una struttura nella zona sud della città per istituirvi una postazione mezzo di soccorso avanzato operativo ventiquattro ore su ventiquattro ‘Pescara Sud’ al fine di incrementare il numero delle postazioni 118 sul territorio di Pescara.

Spulciando nell’elenco degli immobili disponibili del Comune di Pescara ho deciso di provare a proporre alla Asl la concessione dell’ex alloggio del custode di via San Marco, un immobile comunale di circa 130 metri quadrati su due livelli, un piano terra e un primo piano, dismesso dal 2004, ovvero da diciassette anni e in condizioni strutturali di assoluta precarietà, una proposta sicuramente azzardata dunque da parte dell’amministrazione considerando che l’immobile non era già pronto e confezionato, ma aveva piuttosto bisogno di un poderoso intervento di riqualificazione con costi notevoli a carico della città, ma comunque si tratta di una struttura con una posizione assolutamente strategica sul territorio per le necessità della Asl."

Le spese dunque saranno interamente a carico della Asl, a scomputo degli oneri di locazione spalmati su 19 anni, ovvero il periodo di locazione fissato dal contratto con un pagamento al Comune di affitto pari a 3.806 euro anni. Saranno demolite le tramezzature, battiscopa e intonaci da riposizionare o ripristinare e la rimozione degli elementi da sostituire come infissi e sanitari, quindi il rifacimento delle tramezzature e dell’impermeabilizzazione della copertura; la fornitura e posa in opera di nuovi infissi; l’adeguamento e potenziamento dell’impianto elettrico e di emergenza, dell’impianto idrico, termico e igienico-sanitario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex casa del custode del campo sportivo in via San Marco diventa una postazione h24 del 118

IlPescara è in caricamento