rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica Centro / Piazza Michele Muzii

I residenti della zona di via Battisti chiedono rispetto delle regole e sicurezza per la ripartenza della movida

Ieri la commissione attività produttive del presidente Rapposelli aveva ascoltati i gestori dei locali, oggi hanno parlato i residenti del comitato "Tranquillamente Battisti"

Anche i residenti del comitato "Tranquillamente Battisti" hanno espresso il proprio parere in merito alla possibilità di riaprire i locali della movida nella zona di Piazza Muzii, dopo il lockdown e l'avvio della fase 2. Il presidente della commissione comunale attività produttive Rapposelli ieri aveva ascoltato le associazioni di categoria e gli esercenti ed oggi è stato il turno dei cittadini, per trovare il giusto compromesso affinchè le attività dei locali possano ripartire, in sicurezza e rispettando le regole, senza violare il diritto alla serenità di chi abita nelle vie frequentate dai giovani della movida.

GESTORI DEL LOCALI DELLA MOVIDA DICONO NO: "NON RIAPRIAMO"

Il comitato ha fornito un documento in cui ovviamente non esprimono totale contrarietà alla riapertura delle attività, ma a patto che vengano rispettati non solo gli orari, ma soprattutto le regole, che devono essere certe, chiare ed applicate. Rapposelli ha spiegato che anche i gestori hanno chiesto regole e controlli:

Ferme restando le disposizioni contenute nel decreto del presidente del consiglio dei ministri prima e nelle delibere comunali poi, che consentono di ampliare le aree occupate da sedie e tavoli esentando, in questa prima fase, gli operatori dal pagamento della relativa tassa, i residenti ricordano che comunque andranno lasciati liberi gli spazi necessari per il transito dei mezzi di soccorso e l’accesso ai garage privati, e poi il rispetto della disciplina per l’utilizzo delle servitù di pubblico passaggio e della piazza Muzii, piccole regole scontate che è evidente ritroveremo in modo rigoroso all’interno della delibera.

Rispetto anche degli orari e degli spazi adibiti a somministrazione di alcol e il rispetto delle norme anti contagio che impongono il distanziamento sociale di almeno un metro e l'utilizzo delle mascherine, guanti e gel igienizzanti. Il tema centrale, dunque, sarà quello dei controlli che dovranno essere eseguiti con costanza e rigore dagli agenti della polizia municipale di Pescara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I residenti della zona di via Battisti chiedono rispetto delle regole e sicurezza per la ripartenza della movida

IlPescara è in caricamento