rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica

L'assessore Verì sulla sanità abruzzese: "Il Covid ha dato una spinta per l'aumento dei posti letto e l'innovazione tecnologica"

L'assessore regionale alla sanità è intervenuta nel report della Winter School 2022 di Napoli, dal titolo 'Cambia la Sanità. Reinventare Processi, Ruoli e Competenze' di Motore Sanità

Il Covid ha rappresentato un momento drammatico per la sanità mondiale e abruzzese, ma è stato uno stress test per il sistema che ha permesso un aumento dei posti letto e l'avvio del processo di innovazione tecnologica. A dirlo l'assessore regionale Nicoletta Verì nell'intervento per il report della Winter School 2022 di Napoli, dal titolo 'Cambia la Sanità. Reinventare Processi, Ruoli e Competenze', organizzata da Motore Sanità, promossa e divulgata da "Mondosanità" e "Dentro la Salute".

L'assessore ha portato la testimonianza del modello sanitario della Regione Abruzzo, evidenziando come la pandemia abbia dato una spinta decisiva al piano di innovazione tecnologica e al potenziamento della risposta ospedaliera, aumentando i posti letto e fornendo adeguata assistenza ai pazienti positivi su tutti i livelli di gravità della malattia. Allo stesso tempo, l'innovazione tecnologica e l'introduzione di vari servizi online ha permesso di garantire assistenza continuativa ai malati cronici:

"Già da aprile 2020, ad appena poche settimane dal primo contagio registrato in regione, si legge ancora, l'Abruzzo ha avviato in forma sperimentale servizi di televisita, telesalute, telemonitoraggio, teleassistenza per i pazienti diabetici e per quelli con disturbi dello spettro autistico. L'esperienza dei primi mesi ci ha permesso di istituzionalizzare poco dopo il sistema, con linee guida alle Asl abruzzesi sui processi organizzativi e attuativi della telemedicina, uniformando modalità di prescrizione, accesso, erogazione e registrazione In questo modo le aziende sanitarie possono predisporre modalità di intervento alternative o integrative a quelle ordinariamente strutturate, anche utilizzando interventi di televisita, teleriabilitazione e attività compensative concordate, con particolare attenzione ai pazienti con disabilità e cronicità, e ai loro caregiver. Andiamo, dunque, verso una vera e propria rivoluzione tecnologica nella sanità abruzzese, sempre più smart e a portata del cittadino"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore Verì sulla sanità abruzzese: "Il Covid ha dato una spinta per l'aumento dei posti letto e l'innovazione tecnologica"

IlPescara è in caricamento