Politica

Valanga Hotel Rigopiano, Gentiloni: "Lo Stato ha fatto tutto il possibile"

Il premier è intervenuto in Parlamento sui fatti di Farindola e sulle scosse di terremoto del 18 gennaio. "Dalle 4,20 quando i soccorsi sono arrivati sul posto è stato fatto tutto il possibile"

"Lo Stato ha fatto tutto quello che poteva fare a partire dalle 4.20 del mattino del 19 gennaio, quando i soccorritori sono arrivati davanti all'Hotel Rigopiano". A parlare è il premier Gentiloni che ha riferito in Parlamento sulla vicenda della valanga che ha travolto e distrutto l'albergo causando almeno 24 morti.

Gentiloni ha sottolineato come in campo siano state messe tutte le forze possibili e disponibili, considerando gli uomini e le risorse impegnate contemporaneamente anche nelle zone colpite dal terremoto, che con 4 scosse superiori al quinto grado della scala Richter hanno interessato l'aquilano e quattro regioni.

RIGOPIANO, DAL 1991 LA ZONA ERA CLASSIFICATA COME A RISCHIO VALANGHE

Il premier ha parlato di "una nevicata di portata eccezionale" ed in merito alla questione del ritardo nella partenza e nell'arrivo dei soccorsi anche a causa delle strade impraticabili, ha spiegato "la magistratura e la giustizia accerteranno le responsabilità del caso". Gentiloni infine auspica che tutti possano ricordare non solo il dramma ed il dolore per le vittime che hanno perso la vita, ma anche le immagini emozionanti e di speranza dei soccorritori che sono riusciti a salvare diverse persone dalle macerie.

Intanto, sul fronte delle indagini, in questi minuti è in corso una conferenza stampa presso la Procura di Pescara proprio sull'inchiesta riguardante l'Hotel Rigopiano.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valanga Hotel Rigopiano, Gentiloni: "Lo Stato ha fatto tutto il possibile"

IlPescara è in caricamento