Politica

Problemi e ritardi per le vaccinazioni anti Covid dei pazienti allergici nella Asl di Pescara

A denunciare i problemi con l'obbligo di visita specialistica per i soggetti allergici che intendono vaccinarsi contro il Covid, il consigliere regionale del Pd Antonio Blasioli

Il consigliere regionale del Pd Antonio Blasioli denuncia problemi e ritardi per le vaccinazioni dei pazienti allergici nella Asl di Pescara. Blasioli, infatti, ha evidenziato come, nonostante la campagna vaccinale abbia subito una generale accelerazione, per coloro che sono a rischio di reazioni allergiche è diventato complicato sottoporsi alla vaccinazione, per l'obbligo imposto da parte dei medici vaccinatori in fase di anamnesi di sottoporsi a visite specifiche tramite la Asl, che però permette di effettuare queste visite fino a due mesi dopo la richiesta del paziente:

"Da settembre il consulto allergologico è obbligatorio e dunque occorre essere muniti di impegnativa ed attendere di essere convocati dalla Asl – molti medici di famiglia non sono neppure a conoscenza di questa disposizione e lo apprendono dai loro pazienti!

Alcuni pazienti necessitano assolutamente di essere sottoposti a test in ambienti protetti e invece non si è liberi di recarsi nella struttura che si preferisce, ad esempio in un centro specialistico di allergologia; se ci si vuole vaccinare, il consulto allergologico deve essere effettuato esclusivamente presso il distretto sanitario cittadino indicato, facendosi carico dunque anche del costo del ticket per la visita ed eventuali prove allergiche."

Per questo, il consigliere ha scritto al direttore del dipartimento sanità D'Amario e all'assessore Verì per chiedere quanti sono i pazienti di questo tipo che non si sono ancora potuti vaccinare, quanti attendono la visita allergologica preventiva e quanti medici nella Asl si occupano di questo tipo di visite chiedendo infine che il consulto sia reso gratuito per incentivare questi pazienti alla vaccinazione anti Covid.

"Come è possibile che non si risolvano questi problemi e molte persone, che intendono vaccinarsi, siano poste in condizione di difficoltà, perché non possono sostenere il costo della visita allergologica preventiva e necessaria per ricevere il vaccino anti Covid-19?

Regione Abruzzo ed Asl intervengano per risolvere le criticità evidenziate e valutino con attenzione la proposta di gratuità della visita allergologica preventiva per la vaccinazione anti Covid-19, perché il vaccino è un bene comune universale e il nostro diritto alla salute può essere assicurato solo dal nostro dovere nel garantire la salute, sia a livello individuale che collettivo."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Problemi e ritardi per le vaccinazioni anti Covid dei pazienti allergici nella Asl di Pescara

IlPescara è in caricamento