rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Politica

Vacca risponde a Marsilio: "Le scuole siano le ultime a chiudere, priorità tenerle aperte"

Il capogruppo della commissione cultura e istruzione alla camera dei deputati commenta le affermazioni rilasciate dal presidente della Regione Abruzzo sulla correlazione diretta tra didattica in presenza e aumenti dei contagi

Vacca risponde a Marsilio lanciandogli un appello: "Le scuole siano le ultime a chiudere, la priorità è di tenerle aperte". Il capogruppo della commissione cultura e istruzione alla camera dei deputati commenta con preoccupazione le affermazioni rilasciate dal presidente della Regione sulla correlazione diretta tra didattica in presenza e aumenti dei contagi.

E poiché Marsilio sembra ipotizzare una frenata generale per tutte le scuole abruzzesi, Vacca precisa che “ad oggi gli studi non evidenziano nessuna correlazione tra l’aumento dei soggetti positivi e la didattica in presenza, anzi identificano nelle scuola un luogo sicuro per i nostri ragazzi, molto più di contesti sociali esterni in cui non sono obbligati a seguire i duri protocolli anticontagio imposti dalle strutture scolastiche”.

Ieri il parlamento, incalza Vacca, ha dato una "indicazione chiara al governo: le scuole, fino al terzo anno delle secondarie di I grado, devono chiudere solo in caso di contagio fuori controllo. Fino ad allora devono restare aperte, perché è impensabile avere chiese, negozi, centri commerciali aperti e scuole chiuse. Bisogna fare - conclude Vacca - tutto il possibile per evitarne la chiusura", iniziando con il risolvere "i problemi che hanno portato alla didattica a distanza per le scuole superiori", come "i trasporti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vacca risponde a Marsilio: "Le scuole siano le ultime a chiudere, priorità tenerle aperte"

IlPescara è in caricamento