rotate-mobile
Politica

Unioni civili a Pescara, sì dal Consiglio Comunale al registro: è polemica

Come prevedibile, la mozione approvata dal Consiglio Comunale riguardante l'istituzione del registro delle unioni civili ha scatenato una serie di reazioni contrastanti e polemiche fra le parti politiche cittadine

Approvato dal Consiglio Comunale un odg presentato dal consigliere Padovano riguardante l'istituzione del Registro delle Unioni Civili anche a Pescara.

Un'approvazione che trova, come prevedibile, consensi fra la maggioranza di centrosinistra e critiche dal centrodestra. A breve potrebbe essere approvata una delibera di SEL relativa al regolamento per il riconoscimento delle unioni civili. Soddisfatti i consiglieri di Sinistra e Libertà Martelli e Santroni.

Polemiche e critiche invece dal centrodestra, con il capogruppo D'Incecco che ha parlato di spot elettorale. "La mia attivita' politica sara' incentrata sulla difesa della famiglia, consapevole del fatto che questo ordinamento assicura, anche ai non cattolici, attraverso il matrimonio civile ed attraverso una lunga tipologia di contratti, la possibilita' di unirsi e costruire una famiglia".

Attacchi anche dal portavoce provinciale di Fratelli D'Italia Foschi che ha parlato di una delibera folle ed inutile.

"Non essendoci una legge che regolamenti la materia, i regolamenti comunali non hanno valore. Le unioni di fatto - osserva - sono una sorta di matrimonio 'senza impegno', con diritti e senza doveri". Foschi conclude augurandosi che l'amministrazione "si dedichi con maggiore impegno al rafforzamento delle politiche di welfare per le famiglie".ha dichiarato Foschi.

In molte città d'Italia è caos per le trascrizioni delle unioni civili avvenute all'estero, con i Prefetti che hanno ordinato la cancellazione delle unioni registrate dai sindaci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unioni civili a Pescara, sì dal Consiglio Comunale al registro: è polemica

IlPescara è in caricamento