menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Udc chiede un confronto di maggioranza a Masci dopo il passaggio del consigliere Pastore alla Lega

Il passaggio del consigliere Massimo Pastore da Fratelli d'Italia alla Lega potrebbe far rivedere gli equilibri nella giunta per quanto riguarda gli assessori

Un confronto di maggioranza nel Comune di Pescara dopo il passaggio da Fratelli d'Italia alla Lega del consigliere Massimo Pastore.
A richiederlo è Vincenzo Serraiocco, coordinatore cittadino e dirigente nazionale dell'Udc: «Chiediamo confronto di maggioranza sulle priorità da seguire».

La richiesta dell'Udc segue quella già fatta dai consiglieri della Lega.

«Come gruppo federato con la Lega chiediamo», scrive Serraiocco, «alla luce dei nuovi numeri emersi negli ultimi giorni con l’arrivo del consigliere Pastore, a cui auguriamo un buon lavoro, nel gruppo consiliare presieduto da Vincenzo D’Incecco, di provvedere a un confronto di maggioranza sulle priorità da seguire in questa fase emergenziale».

Questo quanto aggiunge Serraiocco: «Come federati della Lega in consiglio comunale appoggiamo la richiesta fatta al sindaco di Pescara Carlo Masci, in conseguenza dei mutamenti avvenuti, di avviare un confronto che possa portare a una verifica di maggioranza per arrivare a metà mandato e al giro di boa con dei punti programmatici ben chiari e mettendo al primo posto le politiche riguardanti la gestione della pandemia che sta mettendo a dura prova tanti nostri concittadini. Sarebbe la conseguenza più logica di quanto avvenuto negli ultimi giorni. Ma l’occasione di oggi è propizia credo anche per riaffermare il ruolo importante e strategico che l’Udc sta avendo nel governo della città di Pescara con il lavoro in consiglio comunale del capogruppo Massimiliano Pignoli e del consigliere Berardino Fiorilli (che ha avviato una collaborazione con il gruppo dell'Udc, ndr) e in giunta dell’assessore Nicla Di Nisio. Lavoro prezioso, che vede l’Unione di Centro lavorare sempre più per essere al fianco delle persone più in difficoltà grazie anche alle deleghe dell’assessore Di Nisio, come in particolare quella dell’Ascolto del Disagio Sociale. Continueremo a lavorare per il bene della città e per una politica che sia sempre più al servizio dei cittadini, chiedendo che, così come accaduto fino a oggi, venga riconosciuta la lealtà dimostrata dall’Udc nella maggioranza di governo e il lavoro portato avanti dai componenti del partito, affinché si possa giungere, domani, a metà mandato, ad una verifica di giunta che servirà, con un programma chiaro e definito, ad arrivare alla conclusione dei cinque anni di governo con la realizzazione dei punti programmatici stabiliti».

In buona sostanza lo scenario che si apre è quello che vede a rischio uno dei due assessorati di Fratelli d'Italia (Maria Rita Paoni Saccone e Alfredo Cremonese) dopo la perdita di uno dei 3 consigliere del partito di Giorgia Meloni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento