Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Turismo montano, Colletti: "Al Trentino metà delle risorse, all'Abruzzo solo il 3%"

Parla il deputato pescarese de "L’Alternativa C’è": “L'assessore regionale D'Amario prova furbescamente a vantarsi, ma non c’è nulla per cui esultare”

Andrea Colletti 

Andrea Colletti (L’Alternativa C’è) interviene polemicamente a proposito della misura contenuta nel decreto Sostegni-Bis per favorire la ripresa delle imprese turistiche montane. Il deputato pescarese, infatti, lamenta una grande disparità tra le risorse destinate all'Abruzzo e quelle di cui invece beneficerà il Trentino. Il governo ha stanziato 100 milioni di euro:

“Quasi la metà di quelle risorse, ben 47,5 milioni di euro, è destinata al Trentino Alto Adige, a discapito di altri territori, come l’Abruzzo, per cui pure il turismo montano rappresenta un ruolo importantissimo. L’Esecutivo del premier Draghi svela così la sua natura Nord-centrica. In questo contesto l’assessore regionale al turismo, Daniele D’Amario, prova furbescamente a vantarsi dei risultati ottenuti, ma in realtà non c’è assolutamente nulla per cui esultare”. 

Colletti evidenzia che “le imprese turistiche delle montagne abruzzesi sono letteralmente in ginocchio. Eppure l’Abruzzo è solo in settima posizione nella ripartizione delle risorse, con 3.679.154 euro”. Eppure, aggiunge Colletti, l'assessore D’Amario parla “di 17 milioni di euro destinati all’Abruzzo, perché somma i 3,6 milioni sui 100 disponibili del Sostegni-bis a quelli già ottenuti con il decreto Sostegni, ma in quel caso su un totale di ben 700 milioni. Credo che ci sia ben poco da vantarsi, dato che all’Abruzzo va poco più del 3% delle risorse disponibili, quando Trento e Bolzano si dividono quasi la metà della torta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo montano, Colletti: "Al Trentino metà delle risorse, all'Abruzzo solo il 3%"

IlPescara è in caricamento