Lunedì, 2 Agosto 2021
Politica

Troupe di Striscia la notizia aggredita a Rancitelli, il sindaco Masci: "Aggressione vergognosa, le mie scuse sincere"

Vittorio Brumotti e i suoi operatori sono stati presi a calci e pugni da alcuni residenti del Ferro di Cavallo e solo l'arrivo di polizia e carabinieri ha evitato il peggio

Lettera aperta del sindaco di Pescara, Carlo Masci, dopo la violenta aggressione subita dalla troupe di Striscia la notizia nel rione Rancitelli.
Vittorio Brumotti e i suoi operatori sono stati presi a calci e pugni da alcuni residenti del Ferro di Cavallo e solo l'arrivo di polizia e carabinieri ha evitato il peggio.

Il primo cittadino difende la sua comunità parlando di una città accogliente e aperta al mondo e chiede scusa a Brumotti e agli operatori aggrediti per un'aggressione che definisce vergognosa. 

Questo il contenuto della lettera aperta scritta dal sindaco Masci:

«Pescara è una città accogliente, aperta al mondo, dove le idee si incontrano e si confrontano; Pescara non è quella della vergognosa aggressione a una troupe tv in un quartiere nel quale siamo impegnati a riportare ordine e sicurezza per garantire la vivibilità e la tranquillità a tutte le persone oneste. Le mie scuse sincere vanno a Vittorio Brumotti e ai telecineoperatori di Striscia la Notizia, che contiamo di riavere presto in città affinché ne conoscano il vero volto, e non solo un aspetto marginale per combattere il quale siamo in prima linea ogni giorno. Quel che è accaduto al Ferro di Cavallo non ha scusanti ed è una pagina poco edificante per Pescara, ma non può essere preso come pietra di paragone per descrivere la città nel suo complesso, che è invece l’esatto contrario. Abbiamo riflettuto e approfondito diversi aspetti prima di esprimere una presa di posizione che vada oltre la condanna dell’aggressione, la cui assoluta gravità prescinde da ogni altra considerazione politica, sociale e di ordine pubblico. Il ripristino della legalità è una priorità sulla quale non abbasseremo mai la guardia, per perseguire ogni aspetto della criminalità, a partire dallo spaccio di droga. In piena e aperta collaborazione con le Forze dell’ordine non lasceremo nulla di intentato per una profonda opera di prevenzione, repressione e recupero: ce lo chiede la nostra coscienza, prima ancora che tanta gente perbene che reclama giustamente il diritto a una vita serena e normale e il rispetto delle regole della civile convivenza. Controllo del territorio e tutela dei cittadini dal degrado e dal disagio sociale sono un obiettivo da non mancare e sul quale stiamo investendo energie e risorse. Su questo percorso non lasceremo nulla di intentato. Non appena Vittorio Brumotti e gli amici di Striscia la Notizia saranno nuovamente nostri ospiti avranno modo di conoscere la vera Pescara dell’accoglienza e le qualità positive dei suoi cittadini che appartengono alla nostra storia e al nostro presente».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troupe di Striscia la notizia aggredita a Rancitelli, il sindaco Masci: "Aggressione vergognosa, le mie scuse sincere"

IlPescara è in caricamento