Politica Città sant'angelo

Una tombolata in dialetto angolano per riscoprire la smorfia e le radici di Città Sant'Angelo

La simpatica tombolata denominata "La Tommele Di Ciusandagnele" si terrà oggi mercoledì 4 gennaio a Fonte Umano, nella scuola materna Delli Castelli

Una tombolata molto particolare, realizzata appositamente con la smorfia dialettale angolana, per far conoscere o riscoprire le tradizioni linguistiche della comunità di Città Sant'Angelo. Nel pomeriggio di oggi 4 gennaio dalle ore 16 a Fonte Umano, nella scuola materna Delli Castelli si terrà la curiosa tombolata aperta a tutti i cittadini, senza vendita di biglietti, estrazione e concessione di premi ma per puro spirito di divertimento e soprattutto per mantenere vive le tradizioni che stanno scomparendo, come quella dell'uso del dialetto anche durante il periodo natalizio. L'evento è a tappe e sta interessando le varie zone della città.

Alla fine della "Tommele di Ciusandagnele" la tombola verrà regalata a tutti i partecipanti. Il sindaco Matteo Perazzetti, da noi contattato, ha commentato:

"È una riscoperta del vernacolo angolano, le nostre radici di cui siamo orgogliosi. Ringrazio Luciano De Berardinis che ha realizzato quest'opera, curando la smorfia angolana. Abbiamo voluto realizzare questo evento itinerante, in tutte le contrade, per aumentare il senso di appartenenza alla nostra comunità"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una tombolata in dialetto angolano per riscoprire la smorfia e le radici di Città Sant'Angelo
IlPescara è in caricamento