rotate-mobile
Politica

Testa sulla protesta dei balneatori: "Serve subito un'azione legislativa nazionale"

Il capogruppo di Fratelli d'Italia alla Regione interviene dopo la protesta dei sindacati dei balneatori per la sentenza del consiglio di Stato sul blocco delle proroghe dei rinnovi delle concessioni

Agire immediatamente con una legge nazionale per uscire dalla Bolkestein ed evitare il disastro del blocco delle proroghe delle concessioni per i balneatori. Lo ha detto il capogruppo alla Regione di Fratelli d'Italia Guerino Testa, intervenendo in merito alla protesta avviata questa mattina dai sindacati del balneatori al porto turistico, contro la sentenza del consiglio di Stato che blocca alla fine del 2023 le proroghe del rinnovo automatico delle concessioni.

Secondo Testa, occorre difendere e supportare il comparto con un'azione legislativa immediata:

"L’Italia non ha nulla in meno della Spagna, del Portogallo e della Croazia e non possiamo permetterci un autogol, rispetto a nazioni che possono prorogare le concessioni balneari fino a 75 anni, consentendo che si inneschi un meccanismo di concorrenza sleale, a tutto danno del nostro Paese e del nostro Abruzzo. La leggo come una sentenza più politica che tecnico-giuridica e bene fanno i gestori degli stabilimenti delle nostre coste a fare ricorso in
Cassazione. Lavoro di anni e anni, importanti investimenti effettuati e la programmabilità del futuro sono fattori che non possono essere d’improvviso compromessi da una ‘invasione di campo’ a mio avviso irragionevole e che non farebbe altro che penalizzare un settore fondamentale dell’economia italiana, mettendo a rischio il lavoro di migliaia di aziende e decine di migliaia di posti di lavoro."

Secondo Testa, lo Stato ha una grande responsabilità sulla questione della riforma delle concessioni e Fratelli d'Italia non cambierà posizione per la salvaguardia delle imprese turistiche, restando al fianco dei balneari e depositando a livello regionale una proposta di legge. Alla protesta di questa mattina, lo ricordiamo, era presente anche il sindaco di Pescara Carlo Masci.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Testa sulla protesta dei balneatori: "Serve subito un'azione legislativa nazionale"

IlPescara è in caricamento