Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Telecamere nelle scuole, Pescara rischia di perdere i fondi del Governo

A lanciare l'allarme il consigliere comunale della Lega Foschi, che sottolinea come la giunta Alessandrini abbia per due volte ignorato i solleciti della prefettura

Il Comune di Pescara rischia di perdere i 46 mila euro stanziati dal Governo per l'installazione di telecamere di sorveglianza nelle scuole cittadine. A lanciare l'allarme è il consigliere comunale della Lega Foschi che sottolinea come il termine ultimo sia il 31 luglio, e che l'amministrazione uscente Alessandrini ha per due volte ignorato i solleciti della prefettura, e dunque ora si tratterà di una corsa contro il tempo per non perdere un contributo fondamentale.

Foschi ha aggiunto che le telecamere nelle scuole rappresentano un ottimo deterrente per episodi di violenza e maltrattamenti nelle scuole, e dunque sarebbe assurdo perdere i 46 mila euro del progetto ‘Scuole Sicure’, con l’obbligo di rispondere in modo definitivo al bando con i relativi progetti entro e non oltre il 31 luglio 2019:

Parliamo di un fondo sicuramente insufficiente rispetto alle esigenze della nostra città, ma comunque rappresenta un buon inizio. La scadenza è stata comunicata al Comune, che ha però osservato un rigoroso silenzio sul tema. Tra marzo e aprile 2019 la Prefettura di Pescara ha inviato due distinti solleciti al Comune, ricordando, di nuovo, la scadenza del 31 luglio. Ma entrambi i solleciti sono stati ignorati dalla giunta Alessandrini ancora in carica.

Nelle scorse ore è arrivato, sempre dalla Prefettura, il terzo sollecito che ci ha fatto ovviamente sobbalzare sulla sedia, e a quel punto abbiamo rintracciato tutte le carte e abbiamo scoperto la brutta e amara sorpresa ereditata dalla passata amministrazione di sinistra che, evidentemente, non ha ritenuto la sicurezza nelle scuole una priorità di governo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telecamere nelle scuole, Pescara rischia di perdere i fondi del Governo

IlPescara è in caricamento