Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica

Teatro dell'Adriatico, il PD: "Evitiamo cattedrali nel deserto"

I consiglieri Pd Blasioli, Corneli, Diodati,e D'Angelo chiedono una riflessione approfondita in merito alla realizzazione del Teatro dell'Adriatico nell'area di risulta

I consiglieri del PD Corneli, Diodati, Blasioli e D'Angelo chiedono di aprire un tavolo di confronto e di riflessione in merito alla realizzazione del Teatro dell'Adriatico nell'area di risulta.

"L'area di risulta è uno degli ultimi tesori urbanistici di cui dispone la città di Pescara per cui le scelte non possono essere occasionali. Prima di intraprendere qualsiasi  iniziativa è necessario avere una visione d'insieme dell'area e di cosa ci si voglia realizzare per evitare cattedrali nel deserto" dichiarano i consiglieri, ricordando come il progetto sia stato approvato nel 2008 dall'amministrazione di centrosinistra, nell'ambito di un più ampio progetto di riqualificazione dell'intera area di risulta, che prevedeva anche la realizzazione della Mediateca e di altri spazi culturali.

"Considerati tempi e difficoltà economiche, occorre  individuare con attenzione soluzioni che non comportino alcun aggravio di spese per le casse comunali né oggi né per il futuro. Visto che si tratta di opere che hanno la
pretesa di essere monumentali  è opportuno ricorrere ad un concorso di idee per realizzare l'intervento e donare alla città un vero Teatro
" proseguono i consiglieri, che si oppongono anche ad una pedonalizzazione senza criterio di Corso Vittorio Emanuele.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro dell'Adriatico, il PD: "Evitiamo cattedrali nel deserto"

IlPescara è in caricamento