rotate-mobile
Politica

Tassa di soggiorno a Pescara, Alessandrini a Confcommercio: "Serve condivisione"

Il sindaco Alessandrini ha voluto replicare alle dichiarazioni forti di Confcommercio riguardanti la tassa di soggiorno con la richiesta di dimissioni dell'assessore Cuzzi. "Serve condivisione, stop alle polemiche"

Il sindaco Alessandrini interviene sulla questione della tassa di soggiorno a Pescara, dopo il duro attacco di Confcommercio che ha chiesto addirittura le dimissioni dell'assessore Cuzzi.

Alessandrini chiede all'associazione di categoria condivisione nelle scelte strategiche per la città, e non bordate controproducenti.

"L'impegno che con l'assessore Giacomo Cuzzi stiamo portando avanti è proprio quello di aumentare l'attrattività della città, soprattutto nel settore strategico del turismo e del commercio, che sono da alcuni anni in crisi dopo essere stati il motore del dinamismo economico della nostra città.
Naturalmente un piano per rendere più attrattiva Pescara si fa con gli operatori del settore, come l'assessore ha d'altronde iniziato a fare, dialogando e concordando insieme le linee di azione e naturalmente occorrono anche risorse aggiuntive, vista la situazione che sta attraversando il Comune, così nota da non doverne qui riprecisare.
La tassa di scopo è un'ipotesi in questo quadro, non è un “espediente” per organizzare concerti, ma un progetto trasparente che ha bisogno del contributo positivo di tutti per diventare occasione di rilancio del settore turismo e anche del settore commercio ad esso collegato, così come l'idea è stata presentata.
" ha dichiarato il primo cittadino che chiede dunque maggiore disponibilità al confronto ed alla condivisione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa di soggiorno a Pescara, Alessandrini a Confcommercio: "Serve condivisione"

IlPescara è in caricamento