menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tariffe parcheggi e pedaggio Asse, l'Idv: "Pescara rischia di morire"

Il coordinatore dell'Idv Sciarra interviene sulla questione dei possibili aumenti delle tariffe dei parcheggi nell'area di risulta e sul pedaggio sull'Asse. "Uccideranno la vocazione commerciale della città"

Il coordinatore cittadino dell'Italia dei Valori Sciarra, interviene su due questioni che hanno acceso il dibattito in città negli ultimi giorni: il possibile aumento delle tariffe dei parcheggi nell'area di risulta e l'istituzione del pedaggio sull'Asse Attrezzato.

“Pedaggio sull'asse attrezzato, multe senza sconti e adesso anche tariffe della sosta breve dell'area di risulta alle stelle. Ecco come l'amministrazione Mascia ucciderà lo storico appeal della nostra città, che ha avuto da sempre una consolidata vocazione commerciale e di svago per tutta l'area metropolitana e non solo”. ha detto Sciarra, che sottolinea come l'aumento per una sosta di una mezza giornata da 1,50 euro a 2,50 euro sia una prospettiva nociva per i cittadini e per il commercio, con i consumatori che sceglieranno di andare nei centri commerciali in periferia.

“Noi, invece, vogliamo mantenere viva la nostra città per i pescaresi e per quanti da sempre considerano Pescara il riferimento della vita sociale della regione. Si può valutare certamente una rimodulazione delle tariffe, ma non in questo senso." conclude Sciarra, che critica anche i compensi dei consulenti della comunicazione dell'amministrazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento