rotate-mobile
Politica

Taglio vitalizi in Abruzzo, Marcozzi: "No a leggi di facciata"

La candidata del M5S alle prossime elezioni regionali chiede l'approvazione in tempi rapidi di una legge che tagli realmente i vitalizi a consiglieri ed assessori regionali

No a leggi di facciata, e taglio reale dei vitalizi ai consiglieri ed assessori abruzzesi. La candidata alla presidenza della Regione Abruzzo per il M5S Marcozzi torna sulla questione del taglio dei vitalizi ricordando che i pentastellati da tempo hanno presentato una proposta di legge puntualmente bocciata dal consiglio regionale.

E con la nuova bozza di Legge di Bilancio del Governo Conte che prevede un taglio fino all'80% dei trasferimenti di fondi alle Regioni che non provvederanno al taglio dei costi della politica, la Marcozzi esorta i consiglieri ad approvare rapidamente una legge:

“Quella del taglio dei vitalizi e dell’abolizione del cumulo degli stessi è una battaglia di equità sociale che ha sempre visto il massimo impegno del M5S in ogni grado istituzionale. Ci sono ex politici abruzzesi che con il cumulo percepiscono fino a 90mila euro/anno. La legge oggi vigente, infatti, permette di percepire il doppio e anche triplo vitalizio: ipoteticamente, un politico che abbia svolto un mandato in consiglio regionale, un mandato nel Parlamento Italiano e un mandato nel Parlamento Europeo avrebbe diritto a riscuotere 3 corposi vitalizi a fronte di pochi anni di versamento di contributi.

Una disuguaglianza sociale davvero intollerabile quando migliaia di cittadini versano in stato di povertà e precarietà. Ricordo che un consigliere di maggioranza argomentò il voto contrario dicendo che “se una persona ha tarato il suo stile di vita sui 90mila euro all’anno, non gli si può chiedere di rinunciare a 30mila all’improvviso”. Lo vadano a raccontare ai pensionati minimi, ai disoccupati o a tutti quei lavoratori che non prenderanno mai una pensione a causa delle loro becere leggi. La Proposta di legge presentata dal M5S farebbe risparmiare agli abruzzesi almeno 500mila Euro all’anno, è già pronta, mancano solo il sì di centro destra e centro sinistra”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio vitalizi in Abruzzo, Marcozzi: "No a leggi di facciata"

IlPescara è in caricamento