Taglieri (M5s) incalza la Regione: "In Abruzzo liste d'attesa per le visite mediche inaccettabili"

Il consigliere regionale pentastellato ha presentato un'interpellanza alla giunta ed al presidente Marsilio in merito ai lunghi tempi d'attesa anche per le visite urgenti

Tempi d'attesa inaccettabili per le visite mediche urgenti, che dovrebbero essere programmate entro 72 ore ed invece in alcuni casi sono fissate a 3/4 mesi di distanza, ed anche per le altre visite ordinarie che di fatto sono praticamente non prenotabili. Il consigliere regionale e vicepresidente della commissione sanità Taglieri, del M5s, attacca la giunta Marsilio presentando un'interpellanza per capire i motivi di questo ritardo, a mesi di distanza dall'emergenza Coronavirus e dunque senza alcuna giustificazione plausibile per i cittadini.

Taglieri ricorda anche che erano stati stanziati dei fondi fra il 2019 e 2020 proprio per ridurre le liste d'attesa, grazie al piano nazionale di Governo delle liste d'attesa, al quale l'Abruzzo ha risposto in ritardo e fino ad ora senza aver realmente fatto nulla di concreto:

Eppure sono state stanziate risorse per 6 milioni di euro di fondi regionali dedicati per l’anno 2019, più 5 milioni per l’anno 2020. A queste, si sommano per il 2019 un’ulteriore quota di risorse economiche da 2 milioni di euro proveniente da accantonamenti della Gestione Sanitaria Accentrata e 3,2 milioni di euro dalla Legge di Stabilità, dalla quale sono arrivati anche 2,2 milioni di euro per il 2020. Inoltre, dal recupero del 5 per cento dei compensi intramoenia, è presumibile ricavare altri 800mila euro all'anno.

Per il consigliere, è venuto il momento di chiedere conto a chi doveva amministrare questi fondi per capire cosa sia stato fatto fino ad ora, ed il presidente Marsilio e l'assessore Verì dovranno fare chiarezza per risolvere un problema gravissimo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una cosa è certa: non si possono lasciare i cittadini ad aspettare mesi per fare un esame catalogato come urgente, e non si deve mettere a repentaglio la salute degli abruzzesi. È il momento che il centrodestra intervenga prima che sia troppo tardi”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno scambio di sguardi e c'è il colpo di fulmine, l'appello di una ragazza pescarese alla ricerca del suo principe azzurro

  • Arriva a Pescara per il matrimonio della sorella ma scopre di essere ricercato: fermato all'aeroporto

  • Gli auguri di Pep Guardiola e Manuel Estiarte ad un commerciante di abbigliamento di Pescara [VIDEO]

  • Tre nuovi casi di Covid a Silvi: fra loro un'insegnante di una scuola di Montesilvano

  • Studente chiama la polizia per un furto in casa, ma gli agenti trovano 6 chili di droga nella stanza del coinquilino [FOTO]

  • Acerbo aggiorna sulle sue condizioni di salute: "Le cose vanno molto meglio"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento