rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Case Ater, a San Donato una raccolta firme per chiedere l'accesso al superbonus

A promuovere l'iniziativa l'associazione "Non vogliamo encomi" che ha già interessato l'istituto: "Il progetto c'è, ma ad oggi nessun atto e il tempo è poco, il quartiere va e può essere riqualificato"

Martedì 29 marzo, dalle 9 alle 12.30, i rappresentanti dell'associazione “Non vogliamo encomi” sarà a San Donato, in via Rio Sparto all'incrocio con via Musone, per raccogliere firme e sensibilizzare i residenti sull'opportunità di richiedere all'Ater di poter utilizzare i benefici previsti dal superbonus 100% (ecobonus e sismabonus) così da poter riqualificare il patrimonio immobiliare del quartiere “ponendo fine – sottolinea il presidente dell'associazione Fabrizio Piscione - alla situazione di degrado che incombe sulla maggioranza dei suoi edifici”. Un'iniziativa, spiega, partita proprio dalla richiesta di diversi residenti non solo di San Donato, ma anche delle case Gescal dei Colli, di Borgo Marino, di Zanni e di via Rigopiano. La prima, dunque, di una serie di iniziative simili che si intende promuovere. “È indubbio - prosegue l'avvocato Piscione - che i benefici concessi da tale normativa sono fruibili anche dall’Ater Pescara che abbiamo immediatamente contattato. Ne è seguito uno scambio epistolare e un incontro con alcuni suoi responsabili, durante il quale questi ci hanno riferito che Ater era propensa a usufruire dei benefici del 'superbonus' in molti edifici di proprietà nei quartieri sopra indicati e che per quanto riguarda San Donato avrebbe presentato alla Regione Abruzzo un progetto definitivo il 4 dicembre 2021”. Ad oggi però, sottolinea, “non risulta che siano state avviate le pratiche per l'inizio dei lavori con i benefici del 'superbonus'. Il termine per fruire dei predetti benefici è stato prorogato per le case popolari fino a dicembre 2023, tuttavia, questa data è quanto mai vicina se si considerano tutti gli adempimenti di legge previsti”. Tempo da perdere per l'associazione non ce n'è e per questo martedì sarà sul posto per raccogliere le firme “nella speranza che l'Ater ascolti. Il tutto – conclude il presidente -a costo zero per gli assegnatari-proprietari degli alloggi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case Ater, a San Donato una raccolta firme per chiedere l'accesso al superbonus

IlPescara è in caricamento