rotate-mobile
Politica

Stupro in centro a Pescara, Alessandrini: "Un gesto vile e brutale"

Il commento del sindaco: "Quanto è accaduto ci tocca dal punto di vista umano e amministrativo, è una violenza spregevole in quanto tale". Intanto la ditta 'Attiva' stamane era al lavoro per eliminare le siepi nella zona

"Quanto è accaduto ci tocca dal punto di vista umano e amministrativo".

Queste le prime parole del sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, dopo la violenza sessuale accaduta ieri in centro città.    

"Condanniamo un gesto così vile e brutale - ha aggiunto - considerandolo per la violenza che contiene, una violenza che per noi non ha connotazioni legate alla nazionalità di chi la esercita, esattamente come quella espressa dalla rissa a Rancitelli giorni fa, quando fu ferito un 33enne nigeriano, ma è spregevole in quanto tale. Ringrazio a nome della città coloro che ieri si sono fatti avanti per assicurare il colpevole alle forze dell'ordine e anche le forze dell'ordine che sono state solerti ed efficaci, com'è accaduto per la rissa citata, che ha visto i responsabili subito identificati e denunciati all'autorità giudiziaria".    

"Appena venuti a conoscenza dei fatti, ieri sera - ha sottolineato Alessandrini - abbiamo disposto subito l'eliminazione di tutte le siepi e la potatura degli alberi, come in passato avevamo potenziato l'illuminazione pubblica sull'intero perimetro dell'area di risulta. Un'operazione in corso stamane da parte delle nostre squadre del Verde e di 'Attiva', che ringraziamo per la grande disponibilità dimostrata. Si lavora affinché venga tolto il cono d'ombra che le siepi creavano, chi ha cattive intenzioni sia disarmato dalla visibilità di ciò che compie e si scoraggino anche gli accampamenti notturni". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro in centro a Pescara, Alessandrini: "Un gesto vile e brutale"

IlPescara è in caricamento