rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Strada Parco, ultimatum di Sospiri ad Alessandrini: "Se non la apre ai mezzi pubblici perderemo 10 milioni"

Il capogruppo alla Regione Sospiri ha chiesto al sindaco Alessandrini di concedere l'uso della Strada Parco ai mezzi pubblici. "Se non lo farà salta il bilancio di TUA ed il biglietto unico nell'entroterra"

Bilancio di Tua a rischio se sulla Strada Parco non arriveranno i mezzi pubblici. E' quanto ha dichiarato il capogruppo alla Regione di Forza Italia Sospiri, annunciando che il Ministero toglierà circa 10 milioni di euro all'azienda di trasporti se il Comune non concederà il passaggio dei mezzi pubblici elettrici sull'ex tracciato ferroviario.

Per questo, Sospiri ha lanciato un appello al primo cittadino pescarese, sottolineando come in caso di mancata cessione a causa del buco in bilancio di Tua l'azienda non potrà estendere il biglietto Unico a diversi comuni dell'entroterra vestino, causando un danno economico per le famiglie dei pendolari che ogni giorno raggiungono la città con gli autobus.

Sospiri ha ricordato che il primo tratto di Strada Parco, quello fra Pescara e Montesilvano, è pronto per ospitare il passaggio dei mezzi elettrificati ed a metano, abbattendo semplicemente le barriere architettoniche ed acquistando i mezzi con fondi già finanziati.

"La Regione Abruzzo dell’ex Presidente D’Alfonso che ha sempre due morali, una quella che ha raccontato ai cittadini per non
perdere due voti, la seconda quella delle carte, ha scritto al Ministero a fine giugno e gli ha comunicato di essere pronto, di aver fatto la rescissione del contratto con la ditta fallita per la fornitura dei mezzi, di avere pronto un nuovo cronoprogramma e che entro 12 mesi avrebbe terminato i lavori.

Ovviamente da allora sono passati 6 mesi, e non è accaduto nulla. Nel frattempo
si è aperta la partita della Tua che ha approvato il proprio bilancio puntando sull’abbassamento delle tariffe per invogliare i cittadini a usare il mezzo pubblico. Alla base della riduzione dei costi, c’è però il principio dell’ampliamento della platea di utenti, cosa possibile solo con l’estensione dei Biglietto Unico a molti altri Comuni oggi non coperti dal servizio, ovvero ad almeno altri 20 Comuni rispetto agli attuali 11"

AREA VESTINA, SALTA IL BIGLIETTO UNICO?

L'obiettivo, aggiunge Sospiri, è far sì che l'utente che arriva da Pianella o Collecorvino possa arrivare al parcheggio di scambio zona Porto Allegro e salire sui mezzi lungo la Strada Parco, raggiungendo in pochi minuti il centro di Pescara. Il biglietto Unico porterebbe ad un risparmio fino a 600 euro l'anno per famiglia. Saltando i bus sulla Strada Parco, salterà l'estensione del biglietto Unico.

"Non è possibile che Alessandrini continui a essere succube delle disposizioni del Senatore D’Alfonso e di quattro abitanti del posto. Al sindaco ricordiamo che si voterà tra poche settimane e che il primo atto del prossimo governo regionale sarà quello di ordinargli di consegnare subito le aree della strada parco alla Tua per consentire l’uso dell’ex tracciato ferroviario. In caso contrario, dinanzi a un’eventuale stallo che, peraltro, imporrà anche la restituzione delle somme destinate alla filovia al Cipe, ci rifaremo in contenzioso con il Comune di Pescara”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strada Parco, ultimatum di Sospiri ad Alessandrini: "Se non la apre ai mezzi pubblici perderemo 10 milioni"

IlPescara è in caricamento