Politica

Il sindaco Masci sul progetto filovia sospeso dal Tar: "Sosterremo la Tua nel ricorso al Consiglio di Stato"

Il primo cittadino di Pescara spiega anche come «Una soluzione alternativa al mezzo pubblico, che percorra la strada parco, non c’è»

Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, commenta la decisione del Tar di sospendere il progetto della filovia lungo la strada parco.
Il primo cittadino spiega anche la posizione sua e dell'amministrazione comunale dopo questo stop inatteso.

Masci ha parlato in occasione della presentazione del Pedibus dicendo che «si tratta di un’iniziativa che sposa l’idea di città a misura d’uomo per la quale come amministrazione ci stiamo prodigando. Siamo impegnati per cogliere obiettivi che determineranno  concretamente quella transizione ambientale di cui molti parlano ma dando l’impressione di non sapere di cosa si stia discutendo».  

Poi ha evidenziato che in città entrano circa centomila auto, di cui almeno 40 mila da nord, tanto che le file in viale Bovio e sulla riviera strozzano la città e mettono a dura prova gli stessi automobilisti, aumentando notevolmente, oltretutto, il rischio di inquinamento atmosferico.  

«Una soluzione alternativa al mezzo pubblico, che percorra la strada parco, non c’è», dice Masci, «la linea del sindaco e dell’amministrazione è chiara, suggestioni diverse sono impraticabili. Bisogna invece creare le condizioni perché le persone trovino conveniente lasciare a casa l’auto e spostarsi con un mezzo pubblico come il filobus, riducendo a pochi minuti i tempi di percorrenza. Ciò avverrà solo fruendo di un percorso dedicato, quindi molto più sicuro rispetto alla situazione che da troppo tempo viviamo ogni giorno». Riguardo alla recente ordinanza del Tar che ha sospeso il provvedimento con cui il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti aveva dato il via libera all’entrata in esercizio dei filobus sulla strada parco, il sindaco non ha dubbi: «Il nostro piano per rendere Pescara una città al passo con i tempi va avanti. In questi giorni stiamo valutando i contenuti dell’ordinanza del Tar perché è nostra intenzione sostenere la società TUA  nell’impugnazione dinanzi al Consiglio di Stato. Nello stesso tempo chiederemo con determinazione alla Regione e alla stessa Tua di attivarsi per superare le criticità espresse dal Tar, ove eventualmente esistenti, in modo tale da riprendere con la massima celerità il percorso amministrativo sospeso».
Il primo cittadino, affiancato dal presidente del consiglio comunale Marcello Antonelli, presente all’incontro, e dall’assessore Luigi Albore Mascia ha sottolineato come l’attuale governo cittadino fin da subito si sia impegnato ad assumere quelle decisioni utili ad abbattere i livelli di inquinamento e a migliorare la qualità della vita dei pescaresi riducendo lo smog, il traffico veicolare e modificando le modalità di spostamento in città anche con il ricorso a sistemi di micromobilità già attivi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Masci sul progetto filovia sospeso dal Tar: "Sosterremo la Tua nel ricorso al Consiglio di Stato"

IlPescara è in caricamento