rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

Strada dei Parchi risponde sul Recovery Plan: "I fondi vanno al commissario"

In un comunicato, la concessionaria di A24 e A25 precisa che le risorse "saranno messe a disposizione del commissario straordinario nominato qualche tempo fa dal governo, che si occupa di definire gli interventi straordinari per la messa in sicurezza sismica"

Strada dei Parchi risponde dopo le ultime polemiche sui fondi del Recovery Plan a lei destinati per gli interventi di messa in sicurezza sulle opere d'arte (ponti, viadotti, cavalcavia e gallerie). In un comunicato, la concessionaria di A24 e A25 precisa che le risorse "saranno messe a disposizione del commissario straordinario nominato qualche tempo fa dal governo, che si occupa di definire gli interventi straordinari per la messa in sicurezza sismica"

"Occorre ricordare - si legge nella nota - che Strada dei Parchi è priva dal 2013 del Pef (Piano Economico Finanziario), indispensabile per procedere agli investimenti per l'adeguamento antisismico delle autostrade A24 e A25 e degli altri indifferibili investimenti previsti dalla legge 228/2012 per un'infrastruttura dichiarata strategica a fini di Protezione Civile".

E ancora: "Per arrivare all'approvazione del nuovo Pef e sanare così un'annosa situazione di empasse - conclude il comunicato - nell'aprile del 2020 il consiglio di stato, cui la concessionaria si era rivolta, ha nominato un commissario ad hoc, che sta lavorando per definire e far approvare il documento, indispensabile per ogni programmazione di interventi e politiche di servizio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strada dei Parchi risponde sul Recovery Plan: "I fondi vanno al commissario"

IlPescara è in caricamento