rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica

Stella (M5s) sulla protesta degli studenti universitari per le borse di studio: "Ancora una volta abbandonati dalla giunta Marslio"

La consigliera regionale pentastellata interviene in merito alla protesta degli studenti universitari degli atenei abruzzesi

Gli studenti universitari abruzzesi rischiano di vedersi negare il diritto allo studio dalla giunta Marsilio che li ha nuovamente abbandonati. A dirlo la consigliera regionale del M5s Barbara Stella, che commenta la protesta degli studenti avvenuta a L'Aquila davanti alla sede dell'Emiciclo con le associazioni Udu L’Aquila, Udu Teramo, 360Gradi Chieti-Pescara e le rappresentanze sindacali. Secondo la pentastellata, l'amministrazione regionale a guida Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia relega sempre all'ultimo posto della sua azione politica gli studenti universitari e le loro borse di studio.

"Dimostrazione di ciò sono i ripetuti ritardi nello stanziamento delle risorse necessarie per lo scorrimento integrale delle graduatorie degli aventi diritto. Ancora oggi 363 studenti dell’Università di Chieti/Pescara aspettano la borsa dello scorso anno e quasi 2000 studenti rischiano, quest’anno, di non ricevere il contributo per mancanza dei fondi che la regione ha il dovere di stanziare. I ritardi degli ultimi anni gravano tutti sulle spalle degli studenti che possono subire un rallentamento del loro percorso di studi o in alcuni casi anche il loro abbandono. Altro rischio concreto è che la regione Abruzzo diventi meno attrattiva e porti i nostri giovani a scegliere di studiare altrove, depauperando le nostre università a vantaggio di altre realtà fuori regione. Purtroppo la delegazione di studenti che oggi è stata ricevuta dall’assessore Quaresimale non ha avuto alcuna rassicurazione sulle tempistiche relative allo stanziamento dei fondi necessari per la copertura integrale delle borse di studio 2021/2022. Pertanto c’è un rischio concreto che anche per quest’anno gli studenti dovranno attendere tempi biblici per ricevere quanto in realtà dovrebbe essere loro garantito per legge”.

Per la consigliera, la giunta Marsilio deve dire se il diritto allo studio rappresenta una priorità, e quali risorse stanziare per la copertura per l'anno 2021/2022 e i tempi di erogazione:

"È arrivato il momento che l’assessore competente e la giunta tutta smettano di fare inutili e improbabili proclami. I ritardi che hanno subito famiglie e studenti in questi anni non devono più verificarsi: è necessaria una programmazione strutturale che garantisca, ogni anno e nei tempi idonei, la copertura delle borse di studio per tutti gli studenti, che per merito e per reddito, hanno diritto alla borsa di studio”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stella (M5s) sulla protesta degli studenti universitari per le borse di studio: "Ancora una volta abbandonati dalla giunta Marslio"

IlPescara è in caricamento