rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica Centro / Corso Vittorio Emanuele II

Casciano (Pd): "Pedonalizzare Corso Vittorio senza uno studio concreto è un errore"

Per il segretario cittadino "pedonalizzare parte di corso Vittorio Emanuele senza alcuno studio concreto è un errore perché rallenterà fortemente il transito di auto e mezzi pubblici"

"Pedonalizzare parte di corso Vittorio Emanuele, senza alcuno studio concreto o un piano della mobilità serio che ne certifichi la funzionalità, è un errore perché rallentera' fortemente il transito di auto e mezzi pubblici con l'unico risultato di aumentare fortemente l'inquinamento della restante area centrale e della conseguente area urbana, decretando definitivamente la morte delle attività commerciali e la presenza di ulteriori disagi per i residenti".

Così Stefano Casciano, segretario cittadino del Pd.

"La funzione di corso Vittorio Emanuele - afferma Casciano - è strategica per la viabilità cittadina, è l'arteria più importante, pertanto prima di qualsiasi iniziativa volta alla sua chiusura, anche parziale, non può passare come una decisione che la giunta Mascia prende soltanto per far vedere all'opinione pubblica che qualcosa si sta facendo, e' da irresponsabili".

Oggi più che mai, sostiene l'esponente Democrat, "essere amministratori significa ascoltare le istanze e i suggerimenti che arrivano da chi opera su quella strada, di chi li rappresenta e di chi vive su quella strada. Non si governa con la presunzione di aver capito tutto ma con umiltà, anche facendo qualche passo indietro. Si governa prendendo decisioni per il bene della collettività. Perché ci si ostina ad andare avanti su un progetto su cui ancora oggi le associazioni di categoria e i cittadini chiedono di non realizzare? Il loro parere non può passare inosservato, è bene che chi amministra tenga conto di questo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casciano (Pd): "Pedonalizzare Corso Vittorio senza uno studio concreto è un errore"

IlPescara è in caricamento