rotate-mobile
Politica

Spostamento Alberghiero a Cepagatti, il no di Forza Italia

Fabrizio Rapposelli, consigliere comunale di Forza Italia ed ex assessore provinciale, critica l'ipotesi di trasferire l'Alberghiero De Cecco a Cepagatti accorpandolo all'Istituto Agrario di Alanno

No all'accorpamento dell'Istituto Alberghiero De Cecco di Pescara e dell'Istituto Agrario Cuppari di Alanno in un'unica nuova sede a Villa Reia di Cepagatti.

A parlare è Fabrizio Rapposelli, consigliere comunale di Forza Italia ed ex assessore provinciale. Secondo Rapposelli, si tratta di un progetto insostenibile sia dal punto di vista dei costi che a livello logistico, costringendo a trasferire due istituti superiori storici del pescarese in una nuova ipotetica sede.

"Studenti rimasti sconcertati dalla prospettiva di doversi trasferire in una fantomatica nuova scuola che la Regione e la Provincia di Pescara vorrebbero costruire a Villa Reia di Cepagatti, guarda caso il paese dove il consigliere provinciale Palozzi è anche consigliere comunale, accorpando l’Ipssar al Cuppari di Alanno. Diciamo subito che tale operazione è impossibile, perché il trasferimento dei docenti da un paese all’altro avviene sulla base di una graduatoria dell’Ufficio Scolastico regionale e quella graduatoria non può essere alterata solo perché una Provincia decide di spostare la sede di un Istituto, determinando per molti insegnanti la perdita delle proprie posizioni." dichiara Rapposelli, ricordando che il Cuppari è uno degli istituti storici della provincia, un punto di riferimento per l'economia indotta di Alanno e soprattutto una scuola che sta conoscendo una nuova vita grazie all'aumento delle iscrizioni degli ultimi anni.

L'esponente di Forza Italia inoltre ricorda come sia già stato finanziato il progetto di trasformazione della palestra dell'Alberghiero in laboratori cucine, oltre alla riqualificazione del Cuppari già finanziata pari a 1,250 milioni di euro, e quindi un trasloco in una nuova sede dei due istituti porterebbe all'ennesimo spreco di denaro pubblico. Rapposelli inoltre aggiunge che sarà impossibile realizzare con 6,5 milioni di euro un nuovo edificio che possa ospitare circa 2.500 studenti oltre ai laboratori e cucine.

"Lunedì 19 ottobre saremo presenti, ovviamente, al Consiglio comunale straordinario per difendere i diritti degli studenti dell’Alberghiero ‘De Cecco’, che nessuno potrà scippare alla nostra città” conclude Rapposelli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spostamento Alberghiero a Cepagatti, il no di Forza Italia

IlPescara è in caricamento