rotate-mobile
Politica Spoltore

Spoltore, la Lega chiede trattamento sanitario obbligatorio immediato per il cittadino molesto fermato e rilasciato

A chiederlo è il capogruppo della Lega Abruzzo in consiglio comunale, Antonella Paris

Un Tso ovvero un trattamento sanitario obbligatorio per il cittadino di nazionalità nigeriana che nelle ultime settimane ha seminato il panico nella zona tra Villa Raspa e Santa Teresa di Spoltore.
A chiederlo è il capogruppo della Lega Abruzzo in consiglio comunale, Antonella Paris.

Tra i vari episodi riconducibili al giovane ci sono la cartoleria messa a soqquadro e la donna molestata nei pressi di Paperopoli

«La querelle del cittadino nigeriano che vive nel parco dove le mamme sono solite portare i loro bambini a giocare», dice la Paris, «e che è stato rilasciato dalle forze dell'ordine poche ore dopo il fermo, avvenuto dopo che aveva creato problemi a una ragazza e colpito gli arredi di una cartoleria, nonostante il disagio che arreca alla collettività si sta perdendo nei meandri della burocrazia».

«Il caso», aggiunge l'esponente leghista, «è noto al comandante della polizia municipale, che ci ha informati sui gravi problemi di instabilità di cui il nigeriano è affetto, tanto da indurre il primo cittadino a richiedere il trattamento sanitario obbligatorio, purtroppo non ancora avvenuto per le lungaggini burocratiche. Con il mio collega, il consigliere Pierpaolo Pace chiediamo al sindaco di intervenire per accelerare il Tso al fine di restituire la giusta serenità ai cittadini e le terapie necessarie al cittadino nigeriano».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spoltore, la Lega chiede trattamento sanitario obbligatorio immediato per il cittadino molesto fermato e rilasciato

IlPescara è in caricamento