rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Politica Spoltore

Spoltore, dissesto idrogeologico: la Lega vuole risposte

I consiglieri comunali della Lega Paris e Pace attaccano l'amministrazione comunale per non aver fornito risposte in merito al problema del dissesto idrogeologico in alcune zone della città

Nessuna risposta concreta sul dissesto idrogeologico in alcune zone di Spoltore. I consiglieri comunali della Lega Antonella Pris e Pierpaolo Pace attaccano l'amministrazione comunale, dopo l'ultimo consiglio comunale durante il quale si è parlato del problema delle frane e smottamenti.

Nel 2017, ricorda la Lega, era stata presentata un'interrogazione riguardante la situazione in via Garibaldi a Villa Santa Maria, con case danneggiate per le frante mai messe in sicurezza. Poi c'è stata un'ulteriore interrogazione riguardante anche via via Arno a Santa Teresa e Caprara, ma attualmente solo per il centro storico di Spoltore sono state avviate le procedure per i finanziamenti ministeriali.

"La risposta, arrivata dall'assessore Sebastiani nel corso del Consiglio comunale, è un miracolo di inutilità: si è limitato a ricordare che nel Rendis il centro storico del comune è stato inserito dal commissario ad acta. Che per via Arno, a Santa Teresa, ci vogliono molti soldi per adottare una soluzione efficace (ma perché finora quei soldi non sono stati nemmeno cercati?) che per Caprara dopo una prima perizia verrà dato l'incarico per la progettazione (intanto è passato più di un anno e mezzo) e per Villa Santa Maria, dopo un primo intervento del 2005, bisogna pensare a programmare nuove opere per la porzione di territorio ancora da consolidare"

Paris e Pace parlano di incapacità da parte della giunta di fornire soluzioni ai problemi concreti della città, auspicando che il sindaco e gli assessori si mettano al lavoro per il bene di Spoltore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spoltore, dissesto idrogeologico: la Lega vuole risposte

IlPescara è in caricamento