Politica

Spaccate a Porta Nuova, Pignoli: “Siamo punto e a capo, appelli e petizioni non bastano”

Il capogruppo dell'Udc: “Ora è arrivato il momento di dire basta. Questa situazione non può andare più avanti. Siamo ancora in emergenza sanitaria, ma nonostante tutto questi delinquenti riescono ancora a farla franca”

Il capogruppo dell’Udc al Comune di Pescara, Massimiliano Pignoli, interviene duramente dopo le ultime spaccate a Porta Nuova, esprimendo tutto il proprio malcontento:

“Dopo la raccolta di oltre mille firme tra i residenti del quartiere di Portanuova, dopo le mobilitazioni e gli siamo purtroppo costretti a registrare dei nuovi episodi di criminalità avvenuti la scorsa notte con nuove s ai danni di esercizi commerciali che si trovano nella zona di Piazza Garibaldi. Ora basta. Occorre dare risposte a chi lavora onestamente”.

Adesso però “siamo punto e a capo, appelli e petizioni non bastano”, lamenta Pignoli, che nelle scorse settimane, assieme al coordinatore cittadino Vincenzo Serraiocco e al consigliere comunale Berardino Fiorilli, aveva incontrato esercenti e residenti per ascoltare le loro istanze, avviando poi una raccolta di firme consegnate a sindaco e prefetto.

“Ora è arrivato il momento di dire basta - tuona Pignoli - Questa situazione non può andare più avanti. Sono mesi che in particolare nel quartiere di Portanuova si verificano con grande frequenza furti e spaccate. Siamo ancora in emergenza sanitaria, ma nonostante tutto questi delinquenti riescono ancora a farla franca. I commercianti sono però esasperati”.

Le spaccate, infatti, “costringono a ulteriori disagi e sacrifici economici gli operatori commerciali. Per questo torniamo a chiedere un'intensificazione dei controlli da parte delle forze dell’ordine sopratutto nelle ore notturne e maggiori telecamere. Se così non fosse, siamo pronti con esercenti e residenti a scendere in strada a protestare e chiedere risposte concrete a Comune e forze dell’ordine”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccate a Porta Nuova, Pignoli: “Siamo punto e a capo, appelli e petizioni non bastano”

IlPescara è in caricamento