rotate-mobile
Politica

Sospiri sullo striscione e la bara dedicati a Sebastiani: "Minacce vergognose, lavori socialmente utili per gli autori"

Il presidente del consiglio regionale abruzzese, Lorenzo Sospiri, esprime la sua solidarietà al numero 1 del Delfino, Daniele Sebastiani: "I responsabili vanno individuati e puniti in modo esemplare"

«Esprimo la solidarietà mia personale e della presidenza tutta del consiglio regionale al presidente del Pescara Calcio, Daniele Sebastiani, per le vergognose minacce di cui è stato vittima».
Così il presidente del consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, riguardo allo striscione e alla bara apparsi nella nottata di martedì 14 maggio all'esterno della curva nord dello stadio Adriatico-Cornacchia.

Sospiri poi lancia un messaggio chiaro agli autori: «Quegli striscioni tesi a incitare odio, avversione, addirittura ad augurare la morte di un imprenditore che pure, con le sole proprie forze, sta continuando a investire sui colori biancazzurri, non meritano alcuna considerazione, ma vanno individuati e puniti in modo esemplare gli autori del gesto, soprattutto aiutandoli a impegnare la propria vita in lavori socialmente utili, come la pulizia dei nostri impianti sportivi».

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

Così conclude il presidente del consiglio regionale: «Ripeto: tali gesti sono ormai divenuti inaccettabili. Una cosa è partecipare emotivamente alle sorti calcistiche della propria squadra del cuore, una cosa è soffrire dinanzi alle sconfitte e magari anche lasciarsi andare a uno sfogo sollecitando una squadra più forte, chiedendo ulteriori investimenti, criticando in modo civile una gestione. Altra cosa è arrivare ad augurare la morte di un uomo, di un imprenditore, che è un marito e un padre prima di essere il proprietario di una squadra di calcio. Ritengo che tutta la città dinanzi a tali fatti debba prendere una posizione chiara, isolando quei pochi soggetti che si nascondono dietro uno striscione anonimo, attaccato nel buio della notte, e dando sfogo a una creatività macabra che li qualifica senza troppi sforzi. Le Istituzioni si stringono attorno alla famiglia Sebastiani e chiediamo alle Autorità di accelerare le investigazioni al fine di individuare al più presto gli autori del gesto che va stigmatizzato e biasimato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospiri sullo striscione e la bara dedicati a Sebastiani: "Minacce vergognose, lavori socialmente utili per gli autori"

IlPescara è in caricamento