menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri

Il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri

Sospiri sul caso Dogali: "Non gli è stato promesso alcun incarico in cambio di voti"

Il presidente del consiglio regionale interviene con una nota dopo le ultime notizie di stampa per spiegare che all’ex consigliere comunale "non è mai stato assegnato alcunchè, come accertato dalle indagini condotte dalla procura"

Dopo le ultime notizie di stampa il presidente del consiglio regionale Sospiri interviene con una nota sul caso Dogali, precisando che all’ex consigliere comunale "non è stato promesso alcun incarico in cambio di voti". Sospiri spiega anche che a Dogali "non è mai stato assegnato alcunchè, come accertato dalle indagini condotte dalla procura". Inoltre, precisa Sospiri, “durante le campagne elettorali i candidati parlano e si confrontano con tutti i cittadini che, a quanto sia possibile sapere, si ritengono onesti. E soprattutto ci si confronta con chi ha anche una personale esperienza politica”. 

Non solo: “Ricordo – aggiunge Sospiri – che l’ex consigliere Dogali è anche in regime di quiescenza professionale, dunque, in qualità di pensionato, come prevede la norma, non potrebbe e non può comunque percepire ulteriori indennizzi codificati da un regolamento preciso. Il consiglio regionale può avvalersi di esperti esterni, come sempre accaduto, ma gli stessi sono incarichi gratuiti. Confidiamo che la vicenda possa essere subito chiarita facendo piena luce su ogni singolo aspetto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento