Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica Pineta Dannunziana

L'annuncio del presidente Sospiri: "Gli incassi del Festival Dannunziano devoluti alla rinascita della pineta"

Il presidente del consiglio regionale ha fatto sapere che il ricavato degli eventi principali del festival saranno utilizzati per la riqualificazione e rinascita della Pineta Dannunziana colpita dall'incendio

La terza edizione del "Festival Dannunziano" sarà completamente dedicata alla rinascita della pineta, colpita duramente dall'incendio dello scorso primo agosto. Lo ha fatto sapere il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, ufficializzando l'iniziativa che prevede di devolvere l'incasso degli eventi principali, dai concerti al teatro, al finanziamento degli interventi per la rinaturalizzazione dei comparti bruciati dal rogo.

Sospiri ha spiegato che la kermesse culturale andrà in scena dal 3 al 12 settembre diventando, nonostante la recente nascita, già un punto di riferimento a livello nazionale, riaccendendo i riflettori sul Vate.

"Merito della kermesse ‘Festa della Rivoluzione’ è aver avuto la forza di spogliare d’Annunzio di quelle etichette e quindi dei pregiudizi, coinvolgendo in tale processo i massimi esperti a livello mondiale, e restituendo trasparenza alla grande attualità del Vate che, dopo aver infiammato la storia del secolo scorso, ancora oggi saprebbe trovare modi e strumenti per far parlare di sé. Nella terza edizione, è evidente che tale processo di riscoperta non può non considerare quanto accaduto negli ultimi giorni in uno dei luoghi dannunziani per eccellenza, ossia la pineta, la nostra Riserva naturale dannunziana, devastata dal fuoco che in un solo giorno ha distrutto il comparto 5, l’ultimo relitto di foresta italiana ancora esistente tra il Gargano e Ravenna, e in parte i comparti 3 e 4."

La Regione, ricorda Sospiri, è intervenuta subito stanziando 3,4 milioni di euro per le spese urgenti su Pescara e anche sugli altri territori colpiti dagli incendi del 1 e 2 agosto con il Comune di Pescara che sta già avviando la stima dei danni:

"A tal fine il Comune di Pescara ha aperto un conto corrente dedicato sul quale tutti i cittadini potranno versare un piccolo grande contributo e testimoniare la propria solidarietà. E anche il Festival dannunziano farà la propria part: per la terza edizione abbiamo deciso di prevedere il pagamento di un biglietto per gli spettacoli portanti dell’intera kermesse e il ricavato verrà versato sul conto corrente istituito dal Comune di Pescara per la rinaturalizzazione della Riserva dannunziana, una finestra aperta affinchè tutti si sentano protagonisti nel processo di riqualificazione e rilancio della pineta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio del presidente Sospiri: "Gli incassi del Festival Dannunziano devoluti alla rinascita della pineta"

IlPescara è in caricamento