rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

Sospiri sulla candidatura di De Martinis alla presidenza della Provincia: "Ottimo amministratore per rilanciare l'ente"

Il presidente del consiglio regionale ha presentato questa mattina la candidatura del sindaco di Montesilvano

Il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri ha presentato questa mattina la candidatura a presidente della Provincia di Ottavio De Martinis, sindaco di Montesilvano attualmente in carica, per la coalizione di centrodestra. Le consultazioni di secondo livello, lo ricordiamo, si terranno il prossimo 18 dicembre. Sospiri ha parlato di due obiettivi e sfide fondamentali che rispecchiano la candidatura di De Martinis, ottimo amministratore locale: in primo luogo cercare di portare nuovi fondi dei cicli di programmazione Fsc, Fesr e Pnrr sul territorio pescarese. In secondo luogo, sperare nella riforma del Governo della norma Delrio che possa restituire potere agli enti provinciali:

“Sicuramente dopo la riforma Delrio le Province sono divenute enti poco utili, se non inutili. Tuttavia con la consiliatura di Antonio Zaffiri siamo riusciti a non far trovare spese o investimenti in sospeso, anzi oggi ci sono molti appalti completati e alcuni in corso. Credo che nel ciclo di programmazione 2020-2027 non ci sia una sola opera che non sia andata avanti in esecuzione o nella gara, se non un’importante arteria oggetto di riprogrammazione
per le spese Covid. Quella che sta per uscire è stata una buona amministrazione provinciale che è riuscita a diventare una importante stazione appaltante che ha riversato sul territorio opere che hanno generato Pil e lavoro, era oggettivamente impossibile fare di più di quanto realizzato, ora ci sono alcuni temi sul tavolo."

De Martinis, spiega Sospiri, ha l'opportunità di avere una norma che se approvata in Parlamento potrebbe restuire dignità e potere all'ente provinciale, compresi assessori e consiglieri aggiungendo che la sua candidatura non è rivolta solo agli amministratori di centrodestra, ma anche agli amministratori di piccoli centri che oggi sono dabbero in difficoltà e che ogni giorno si spendono per il loro territorio.

"Il prossimo 18 dicembre ci saranno solo due offerte: quella del Pd con il sindaco di Roccamorice, il dottor D’Ascanio, e c’è Ottavio. Non c’è la terza scelta, ovvero la candidatura del sindaco Catani, rappresentante di un Polo civico, per problemi nella presentazione procedurale della candidatura, dunque oggi credo che quel polo civico possa concentrarsi su Ottavio con l’accettazione del buon percorso tecnico del Presidente uscente Zaffiri”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospiri sulla candidatura di De Martinis alla presidenza della Provincia: "Ottimo amministratore per rilanciare l'ente"

IlPescara è in caricamento