Politica

Sospese in Abruzzo le somministrazioni di Astrazeneca agli under 60: i richiami saranno effettuati con gli altri vaccini

Lo ha fatto sapere l'assessore regionale alla sanità Verì. Sono circa 75 mila le persone in attesa della seconda dose del vaccino Astrazeneca

Anche in Abruzzo come nel resto del Paese è stata sospesa la somministrazione di vaccini Astrazeneca agli under 60. Lo ha fatto sapere l'assessore regionale Verì commentando su Rete8 la decisione presa dal commissario straordinario all'emergenza Covid Figliuolo dopo le indicazioni fornite dal Ministero della Salute a seguito del decesso di una 18enne ligure per una trombosi dopo aver ricevuto la prima dose di quel siero.

Per tutti i cittadini abruzzesi che sono in attesa del richiamo Astrazeneca e che hanno meso di 60 anni (si stimano circa 75mila persone) si provvederà alla somministrazione degli altri vaccini a disposizione, specificatamente di tipo mRna ovvero Pfizer e Moderna ha rassicurato l'assessore che ha spiegato come ora verrà rimodulato rapidamente il piano vaccinale in tutte le Asl e lunedì ci sarà un incontro con il commissario Figliuolo dopo la richiesta di ulteriori dosi aggiuntive degli altri vaccini. Per chi si è già prenotato, dunque, non dovranno per ora riprenotarsi, mentre se ci dovesse essere una carenza delle dosi, allora scatterà la riprogrammazione degli appuntamenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospese in Abruzzo le somministrazioni di Astrazeneca agli under 60: i richiami saranno effettuati con gli altri vaccini

IlPescara è in caricamento