rotate-mobile
Politica

Smog a Pescara, Allegrino: "Servono interventi strutturali"

Pubblichiamo il comunicato del consigliere provinciale Allegrino riguardante la situazione dell'inquinamento atmosferico in città e le misure decise dall'amministrazione comunale

“Spero che i provvedimenti tampone che il Comune si appresta ad attivare siano innanzitutto veloci e preludano a un intervento ampio e competente sulla mobilità non solo del territorio comunale, da attuare in tempi rapidi, anche se questo significherà creare lo scontento di qualcuno.

Ho più volte sostenuto la necessità che la Provincia di Pescara si faccia promotrice di un'Agenzia della mobilità, proprio per il ruolo di coordinamento che ha e che non usa, malgrado traffico e inquinamento di cui soffre il suo territorio. Va bene il tavolo tecnico dei rimedi immediati da parte del Comune ma lo stesso sia aperto ai rappresentanti degli altri centri, come Montesilvano, Spoltore, San Giovanni Teatino, dove oggi vengono denunciati gli stessi problemi, ma anche Val Pescara, Francavilla e Silvi.

Se si vuole davvero avere una vista più ampia nel gestire un’emergenza creata non solo  dal traffico residente, le realtà vicine vanno coinvolte subito, perché la condizione dell’aria pescarese riguarda tutti. Un tavolo che andrebbe istituzionalizzato in un’Agenzia della mobilità composta da personale dei vari Comuni per non produrre costi aggiuntivi, che monitori i flussi in entrata e in uscita da Pescara e dintorni e proponga scelte condivise ai vari Comuni,  perché ora come mai, il capoluogo non deve essere lasciato solo.

Mi auguro che le scelte che verranno adottate tengano conto delle esigenze e soprattutto dei rischi sanitari di tutta la popolazione, non solo residente.

Il Comune trovi il modo di adottare provvedimenti davvero forti e davvero condivisi con tutta la città, anche attraverso un’attività di sensibilizzazione dei cittadini, che  dovrebbe essere parte di un progetto più ampio sulla vivibilità cittadina, senza lasciare i comportamenti ecocompatibili al buonsenso dei cittadini.

Non si perda altro tempo: serve un piano della mobilità che guardi a tutto: innanzitutto riducendo il rischio della salute che oggi corrono i pescaresi e quanti frequentano la città così inquinata, inoltre mettendo in campo scelte che permettano di valorizzare e aumentare vocazione e  business delle realtà economiche e commerciali cittadine a prescindere dall’emergenza aria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog a Pescara, Allegrino: "Servono interventi strutturali"

IlPescara è in caricamento