rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica Città sant'angelo

Impianto a biogas a Piano di Sacco a Città Sant'Angelo, Sinistra Italiana: "Silenzio assordante della maggioranza"

Gli esponenti della Sinistra Italiana si chiedono il perché del cambio di visione della maggioranza riguardo al progetto per lo smaltimento dei rifiuti

«Sinistra italiana si chiede come sia possibile questo silenzio assordante da parte della maggioranza, di figure storiche angolane che prima della loro elezione sono state sempre da pungolo per la difesa dell’ambiente e schierati apertamente per la difesa di Piani di Sacco. L’assessore Di Gregorio, da presidente di Italia Nostra, raccoglieva le firme per impedire un impianto di trattamento rifiuti a Piano di Sacco, come sia possibile adesso la sua adesione allo stesso impianto?».
È quanto chiedono Davide Raggiunti, segretario sezione “F. Fabbiani” Sinistra italiana Città Sant’Angelo, Alice Fabbiani, componente direttivo sezione “F. Fabbiani” Sinistra italiana Città Sant’Angelo e Pierpaolo Di Brigida, segretario provinciale Sinistra italiana Pescara.

I tre esponenti poi aggiungono: «Un cambio di  posizione dovuto a cosa? A un sindaco solo al comando che non vuole o non accetta idee diverse dalle sue? Attaccamento alla poltrona? Ci appelliamo a “uno bravo” per capire la patologia che si sta diffondendo all’interno della maggioranza angolana…fare completamente l’opposto di quello che si è sempre sostenuto prima di diventare amministratori! L’assessore di Gregorio, nel non lontano 2018 scriveva, quale presidente della sezione locale di Città Sant’Angelo, la sua netta contrarietà ad impianti di trattamento rifiuti organici e, citando testualmente, “con esclusione categorica di impianti di produzione biogas”. Diteci che stiamo sognando! Chiediamo pertanto all’Assessore Di Gregorio di battere un colpo, i cittadini di Città Sant’Angelo meritano una spiegazione. Passare dall’altra parte della barricata non giustifica una simile presa di posizione. Una maggioranza sorniona e preoccupante rischia di mettere in pericolo la vocazione agricola del territorio. L’attuale vice sindaco Lucia Travagliani cosa dice a riguardo? Dai banchi dell’opposizione la ricordiamo come ex paladina dell’ambiente, pronta gridare ai quattro venti la sua contrarietà ad opere impattanti su Piano di Sacco. Noi coerentemente continueremo la nostra battaglia per la difesa del nostro territorio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto a biogas a Piano di Sacco a Città Sant'Angelo, Sinistra Italiana: "Silenzio assordante della maggioranza"

IlPescara è in caricamento